giovedì 27 dicembre 2012

Sword Art Online - SAO ko kelle terre, per kelle fini que ki contene...

Tutti che mi sbattevano in faccia questo SAO.

FIGATA PAZZESCA!

DEVIVEDERLOSENNÒCHECAZZODIRECENSORESEI?!

Se non hai mai visto SAO non puoi comprendere la profondità dell’animazione nipponica.

Sinceramente, prendetevela nel fulo, e fatemelo vedere dopo che avete perso interesse. 
Sono più propenso a guardare qualcosa se la gente lo reputa una merda, e tutti ora mi stanno dicendo

LA SECONDA PARTE EVITALA COME LA PESTAH!

DDDIOMMIOCOMELIGESTISCONOIPERSONAGGIQUESTISTRONZI?!

Se hai visto SAO puoi comprendere dove è sprofondata l’animazione nipponica.

Cercherò di essere il più obiettivo possibile nei confronti dei 12 episodi visti finora e tirerò le somme alla fine. 

giovedì 20 dicembre 2012

Michel Vaillant torna in edicola


Il fumetto sportivo riesce sempre nel suo intento: coinvolgere il tifoso non legato alla nona arte. Il tema funziona e rapisce costantemente, rivedere quelle azioni adrenaliniche e vivere insieme ai protagonisti avventure grintose anche dal fascino misterioso trascina anche il più restio degli appassionati.

Andando a ritroso nel tempo se la mia generazione (tardi anni ‘80) è stata influenzata da Slam Dunk, e i nostri cugini e fratelli da Holly e Benji, c’è un’altra generazione, quella dei nostri padri e zii che è stata influenzata da Michel Vaillant di Jean Graton.

Corse in pista, motori rombanti, stimolante graficamente per gli appassionati, e un’intrigante componente thriller ricca di spie e femme fatale, che potrete leggere in edicola ogni mercoledì allegato a “La Gazzetta”. Mai accoppiata fu più azzeccata, e tra le tante serialità a fumetti da leggere questa si rivela una valida alternativa per scoprire il fumetto franco-belga, staccandoci un po’ dai Supereroi che stavano invadendo la penisola italica fino a qualche mese fa.

Non è un’edizione cronologica, vero, partiamo infatti dal 18esimo volume Brivido a Monza, noi come sempre siamo troppo italiani, ma è ricca di editoriali ed approfondimenti inediti che spesso valgono, per certi versi, più delle storie in sé. Comoda la promozione dei primi tre numeri a solo 1 euro, mentre le altre uscite avranno il costo di 2,99 euro. Qui trovate il sito qui.


Come sempre il mio consigli è leggere, senza lasciarsi frenare dai confini geografici di una storia, perché le emozioni e la passione non hanno limiti. E nemmeno Michel Vaillant.

Domenico Cavernadiplatone Guastafierro

venerdì 14 dicembre 2012

Salerno Comicon 2012, dalle malelingue alla realtà


Evento al secondo atto, figlio del ben più pregno Napoli Comicon, questa manifestazione dal sapore unicamente artistico si frappone come spartiacque tra un Comicon partenopeo e l’altro. 
C’è chi dice che è una fiera gnègnè, chi si spara le pose, chi non ne sentiva il bisogno. E io secondo voi ho voglia di fare un bell’articolo di approfondimento? COLCAS! 
Primo perché alla prima edizione mica ci sono andato, secondo perché qua sono imbucato autorizzato ma ho fatto solo un giorno, quindi andate via sciacalli! 
Qui si vivono emozioni e gioie!!

giovedì 6 dicembre 2012

Intervista ad Annalisa Bardelli, traduttrice di Medaka Box

Salve a tutti voi lettori e amanti delle immagini, oggi inauguriamo una rubrica che mi sta molto a cuore: Dietro le quinte; e abbiamo per i più accaniti della polemica la niente popò di meno e che traduttrice di Medaka Box! Breve premessa per i cagacassi: non sparate domande a CDC sugli adattamenti di Medaka Box, non è questo il luogo c'è la fanpage dell'editore per quello, e comunque il discorso è già stato affrontato e superato. Grazie a chi sarà così intelligente da capire, grazie a Swigun che è sempre un grande aiuto, grazie a chi leggerà questa intervista.

Ciao Annalisa, ti va di presentarti ai lettori del blog?
Spiegaci un po’ chi sei e quale ruolo ricopri all’interno di GP Publishing.

Ciao a tutti, sono Annalisa e sono una traduttrice di manga. Il mio rapporto con il Giappone dura da una vita, nel senso che sono figlia di genitori misti (mia madre è giapponese e mio padre è italiano). Sin da bambina adoravo gli anime, ma ho iniziato a leggere i manga solo durante un’estate trascorsa in Giappone, alla fine delle scuole medie. Dietro suggerimento di mia cugina ho comprato Fushigi Yugi di Yu Watase ed è stato amore a prima vista.

venerdì 30 novembre 2012

Come leggere un manga?


Attenzione cari amici, per quanto questo post possa sembrarvi inutile, io vi consiglio di leggerlo per vedere le cose da un altro punto di vista, e ricordarvi di quando anche voi eravate dei bimbiminkia.

- Caverna! CAVERNA! Un manga si legge da destra a sinistra!
- PER HE-MAN LO SO COME SI LEGGE UN MANGA!!

E comunque quella definizione fine a sé stessa non serve a niente. Rimembro ancora di quando i manga si leggevano come i nostri fumetti. Granata Press li ribaltava tutti e se ne sbatteva del preservare il senso orientale. Era il gusto esotico che predominava. Ma anche il fatto che c’erano i cartoni in tv, e quindi un bel fandom già c’era. La prima casa editrice che ebbe la lungimiranza di pubblicare un manga come un manga fu StarComics Edizioni con il successo internazionale DragonBall. I velenosi in seguito diranno che lo hanno fatto perché Shueisha glielo aveva imposto.

giovedì 22 novembre 2012

Lo stupefacente Uomo Ragno: Il più grande supereroe del mondo


Tante sono le storie che hanno stravolto la vita del più grande personaggio targato Marvel Comics, un eroe di quartiere, un supereroe interplanetario, un uomo comune, dotato di un cuore fuori dal comune. Da un grande potere derivano grandi responsabilità non è qualcosa che si impara recitandolo, non è il giuramento di una guardiano galattico, sono parole scritte nel cuore con sangue e dolore. Dalle più grandi tragedie nascono i più grandi eroi, ed anche quelli di carta, nella loro finzione, possono ispirare le azioni degli uomini che li leggono. 
L’Uomo Ragno è un grande modello di riferimento, contraddistinto dalla sua profonda integrità morale, ma bisogna stare al passo coi tempi, gli archetipi sono uno startup, non più un fine, quindi quale personaggio se non il più grande supereroe Marvel meglio si presterebbe a riscritture e discese nel male dell’animo umano?

Riscritture, punto d’inizio ideale, reboot, chiamateli come volete, i personaggi del comic-dom americano ben si prestano a queste esigenze narrative, devono essere svecchiati e mostrare nuovi lati della loro personalità, nuovi scrittori possono far rifiorire un personaggio, farli volare su una nuova Arcadia della giovinezza, o inzozzarli ancora di più. Spider-Man ha avuto tanti cambi di registro quante stelle nel cielo, ma cerchiamo di puntare i riflettori sulle saghe più rivoluzionarie per il personaggio.

La natura del ragno
Scienza, misticismo, folklore. Tanti sono gli elementi che miscelati insieme hanno prodotto lunghe e brevi run, dalla saga delle sei braccia con per celebrare il 100esimo numero di The Amazing Spider-Man contro Morbius il vampiro vivente, o le ragnatele organiche dopo la trasformazione in ragno gigante durante Vendicatori Divisi, i pungiglioni che spuntano dai polsi come conseguenza dell’abbraccio totemico dell’Altro, i fumi e le danze oniriche dello Scontro Selvaggio con il Puma, il potere ancestrale donato dal dio ragno africano Anansi. A mio avviso il miglior ciclo è stato senza dubbio quello di Stracchino: figlio del ragno e cugino dell’atomo, un mix unico, villain sbucati da interstizi dimensionali, nuova coscienza del sé, bilanciare l’equazione. Semplicemente fantastico cambiando qualche particolare.

Simbionti alieni e cloni alienanti 
Due capitoli folgoranti per la vita del nostro amichevole Uomo Ragno di quartiere che prendevano a piene mani dalla fantascienza, dal quale vennero fuori personaggi destinati a rimanere nella continuity ed altri solo nel cuore dei lettori.

Le Guerre Segrete sono un grande pezzo di storia Marvel, un po’ commercialata, un po’ botte da orbi ma hanno lasciato un segno indelebile nella storia di Spider-Man. Credendolo un semplice costume, Peter Parker dopo le GS si porta dietro questa creatura senziente, un simbionte, un parassita di adrenalina che ben presto rivela le sue intenzioni: fondersi indissolubilmente con l’ospite umano. Grazie all’aiuto dei Fantastici Quattro, Peter riesce a liberarsi del simbionte… per poco. La creatura aliena si unisce a Eddie Brock, un giornalista fallito a causa dell’arrampicamuri verso il quale prova un odio profondo. Il rancore dei due genererà il famelico e folle Venom, il quale ingaggerà una battaglia senza tempo con l’Uomo Ragno. Altri simbionti nasceranno da Venom, come Carnage nato dalla fusione con il furioso assassino Cletus Kasady. Insomma, la vita di Peter dopo l’incontro con i simbionti non sarà mai facile

Il professor Miles Warren era un brillante scienziato, docente universitario di Peter e del suo primo amore: Gwen Stacy. Le sue teorie sulla clonazione e i rapporti con l’Alto Evoluzionario lo porteranno al successo di esperimenti mostruosi. L’ amore segreto e perverso che provava nei confronti della bionda Gwen lo spingono a crearne un clone. Non contento crea anche un clone di Peter, per farli affrontare tra loro in una battaglia stile gladiatori al campo sportivo: uno scontro  disturbante, e il vincitore per insabbiare tutto, getta il cadavere del nemico in una ciminiera. Salvo poi scoprire che il clone non era mai morto, ma aveva vissuto nel frattempo un’altra vita e che non era l’unico clone, gli altri sarebbero piombati dopo nella vita di Peter, e poi Peter non era il vero Peter ma era il clone, quindi Ben Reilly si sostituì a lui come nuovo Uomo Ragno e zia May muore, ma non era la VERA zia May, Kaine nel mentre combinava solo casini e Miles Warren era tornato come clone anche lui nei panni dello Sciacallo e poi, insomma, sì, insomma, cioè. Un vero e proprio guazzabuglio editoriale. In realtà un redivivo Norman Osborn aveva progettato il tutto per distruggere la vita dell’unico e vero Peter Parker, l’Uomo Ragno.


Poteri cosmici, Potenziamenti futuristici, Partecipare ai gruppi
I poteri di Capitan Universo proiettarono Peter a un livello superiore, poteva ammansire gente del calibro di Magneto, forse il costume era un po’ ridicolo, un po’ kitsch rimanendo figlio degli anni ’80, ma le armature sono un leit motiv del ragnesco nerd; che se le faccia da solo con qualche accorgimento per sconfiggere un nemico insormontabile, o che gliele progetti Tony Stark, rimangono un tripudio ingegneristico da ammirare. La mitica ragno armatura, Iron Spider, la nuova uniforme progettata alla Horizon, svecchiano l’icona rossoblù che rimane sempre di grande impatto, ma accantonarla per un po’ ogni tanto non fa mai male.
Spider-Man è un Vendicatore ufficiale adesso, fa anche parte della Fondazione Futuro e milita nei Nuovi Vendicatori. Diciamocela tutta, non è più tanto di quartiere l’Uomo Ragno, è praticamente ovunque! Ovviamente c’è da vederci lungo in questa mossa editoriale, che spinge parte del pubblico di aficionados di Spidey a leggere le sue avventure anche negli altri gruppi, dove secondo me, è anche gestito maluccio, relegato a fare la spalla comica.

Matrimonio e divorzio demoniaco
Un passo avanti.
Un amore nato dalle ceneri di un altro amore.
Un avvicinamento lento.
Un sentimento profondo.
Mary Jane e Peter Parker sono fatti per stare insieme. Lui che sente dentro il bisogno di una famiglia che gli è mancata da bambino. Lei forte e tenace come nessuna, con una situazione famigliare triste e restrittiva. Un matrimonio che dà i suoi frutti, ma anche tanti grattacapi, le coppie anche nei fumetti non sono tutte rose e fiori, soprattutto nei fumetti Marvel, e diciamocela tutta, il personaggio di Peter sposandosi invecchia un bel po’, e lo stacca dai lettori più giovani che difficilmente possono riconoscersi in una persona sposata. Però c’è di buono che MJ ha un fisico da far invidia alla miglior modella che abbiate mai visto… bè sulla carta si può fare di tutto quindi perché non farlo bene? I problemi veri nascono quando l’editore sente forte il bisogno di separare i due, e ci prova in più modi: produttori senza scrupoli, vecchie fiamme di Peter, finta morte di MJ.
Ma al pubblico Mary Jane piace, e non vogliono mollarla, è una ragazza che si fa prendere in simpatia subito, e un divorzio avrebbe soltanto danneggiato l’immagine dei due personaggi. Allora si ricorre al deus ex machina: Mefisto. 
Peter sbandiera la sua identità segreta ai quattro venti durante la Guerra Civile dei Superumani, schierandosi dalla parte di Iron Man a favore della legge sulla registrazione, un errore che pagherà a caro prezzo. Kingpin comincia la sua opera di vendetta nei confronti di Spidey inviando un sicario che spara a zia May. Per salvarla il nostro eroe fa un patto col diavolo, coadiuvato da Mary Jane: il loro matrimonio, il loro amore, le loro promesse, in cambio della vita di May. Forse questo è stato il punto più distruttivo per Peter che si è abbassato a compiere un gesto tanto vile per far sì che sua “madre” sopravvivesse. Un gesto egoistico, ma comprensibile. L’amore, se è vero amore, può sempre rinascere.

DOPO IL SALTO LO SPOILER DA THE AMAZING SPIDER-MAN 698

venerdì 16 novembre 2012

Zerocalcare e la calca napoletana


Napoli, 18:20, fuori al locale Sarri 27.
- Ma è qui secondo te?
- A giudicare dalle 1000 persone qui fuori, direi che forse ci siamo.

Una calca non indifferente per un autore non indifferente. Zerocalcare viene da Rebibbia e si porta tutto il “Braccio E” dietro. Vico Santa Chiara era un crogiuolo di ragazzi ma anche tante ragazze con dietro la loro copia de Un polpo alla gola da farsi autografare. Sono rimasto sorpreso delle tante ragazze presenti che avevano letto le storie di Calcare; forse lo conoscono per via di Facebook, si sa che donne e fumetti son inconciliabili come acqua e olio.
Non sono maschilista, è la natura.
A me ogni 28 giorni al massimo viene il mal di testa.

martedì 6 novembre 2012

LUCCA 2012, Chi, Come, Dove, Quando, Perché no?



Con cosa iniziare questo post sulla fiera del fumetto più grande d’Italia?
Trovare le parole mi è sinceramente difficile, perché non è che stiamo qui a parlare della Sagra della Pasta e Fagioli che si è tenuta da me qualche giorno fa. Gigione tira sempre un casino, anche se per me rimane troppo popolano.
Ma non è tanto la fiera, che strigne strigne ho vissuto poco, perché stavo con la palla al piede allo stand, e per ogni ora d’aria, aumentavano i chili da trascinare, quanto le sensazioni, le emozioni, le amicizie nate, gli incontri. Tutto. Lucca per me è come qualsiasi altra fiera. Voi lo sapete, sono TROPPO NAPOLETANO, meglio ddò comiccòn nun ce stà!
Forse se dal nostro lato ci fossero state più porcone cosplay sarebbe stato meglio. Quello influisce tantissimo sul gradimento della fiera in generale. È pure vero che ho girato solo i padiglioni espositivi e non quelli di intrattenimento ma che cazzo ho visto solo un capezzolo in 4 giorni! CAZZO! TUTTE AL JAPAN PALACE DEMMERDA!

Ma non parlerò di sconcerie! Ci provo almeno. Questo articoletto sarà pieno di melensaggini, di grossolanerie e di colpi di tosse.

martedì 30 ottobre 2012

A un giorno prima...

Mi viene l'ansia da prestazione. Un giorno prima di fare qualsiasi cosa mi viene la cagarella, il polso assente, mancanza d'appetito, e altri sintomi riconducibili all'andropausa. Credo sia una roba che deriva dall'inconscio, tipo robe pregresse, cadi dal seggiolone, vieni morso da un cane, ti siedi sul ciucciotto...

LUCCA COMICS AND GAMES 2012!
DGHYAAAAAAN!

Mah, sinceramente non credo che la fiera sarà così interessante da doverci fare un post, per raccontarvi aspettative, cosa vorrei fare, la gente che incontrerò. Se vi serve il programma della fiera cliccate qui.
Alla fine è una fiera come un'altra. I fumetti sono sempre gli stessi.#TROLLFACE

Però nelle ultime settimana ne sono successe di cose. Tipo sono riuscito a mangiare la castagne! Non smetterò mai di amare la mia ragazza finchè riempie il mio pancino.
Maestosa plasticità
Ma non solo! Andammo a fare una gita con dei vecchiardi, dove il più giovane aveva 116 anni, e correva ancora dietro le giovincelle. Visitammo un paio di luoghi e mangiammo anche bene (il pranzo gratis fu l'unico sprono) però c'era questa meta dalla grande importanza geologica/storica/antropologica e chi più ne ha più ne metta: LE CIAMPATE DEL DIAVOLO!
Ma non è che li hanno fatti i dinosauri? Cit. di un anziano
Giunse poi l'ora di incontrare vecchi amici, e andai a fare una #sparatadiposa alla fumetteria Akiba, la trovate a Meta in provincia di Sorrento, vi fate il bagno e vi leggete il fumetto, OFFERTA ESTATE, e mi sono divertito un bel po' a discutere coi ragazzi presenti in negozio, due pastarelle, Coca Cola, sembrava una festicciola primi anni '90. Il problema è sorto quando dovevo raggiungere il negozio, mi sono trovato in un dedalo oscuro con una casa stile gotico/impressionistico/yankee che la casa della strega nel bosco è una passeggiata. Hanno addirittura piazzato dei pupazzi morti al cancello! Vedere per credere.


Però a parte questi tour dell'orrore sono riuscito anche a finire THE LETTER V SIX TIMES che vi straconsiglio come videogioco! È stato davvero figo! Mi piacciono i platform old school, dove devi imparare le posizioni a memoria sennò non lo finisci mai.
Prova inconfutabile del completamento di VVVVVV
Poi un po' qui e un po' là ho anche fatto una lista dei fumetti MUST HAVE di Lucca 2012, roba che merita di essere acquistata/letta/riletta e per fare il figo l'ho messa su Facebook taggando anche le case editrici.
La trovate qui se volete fare i poser.

Temperature. Io non so come vestirmi per Lucca, chi mi dice che dentro ai padiglioni si morirà di caldo, chi mi dice che l'escursione termica fa paura. Mia nonna ha detto che la massima di Lucca è la metà della metà della nostra minima...Cosa succederà? Chi incontrerò? Che cosa farò?! MACCHENNESò! Mica c'ho la palla maggica! Lucca sarà nuova soprattutto per me. Una nuova esperienza. Curriculum AGGIORNATI! Già! Perché lavorerò allo stand GP Publishing dove ci trovate me, Enrico De, gli autori, la professionalità, il divertimento, tutto. TUTTO! Io sto là con la palla al piede.
Quest'anno gli aggiornamenti saranno non sul blog ma su Twitter @cavernaDplatone #slavchronicles

giovedì 18 ottobre 2012

BUG

martedì 2 ottobre 2012

UOCMEN - Con la C dolce: Stretta la foglia, larga la via... Le edizioni Pan...

UOCMEN - Con la C dolce: Stretta la foglia, larga la via... Le edizioni Pan...: Leggere fumetti è un'odissea, come cita il mio profilo su twitter. Ma pubblicare fumetti lo è altrettanto. Premetto di non essere un addet...

mercoledì 26 settembre 2012

UOCMEN - Con la C dolce: Per capirne di più

UOCMEN - Con la C dolce: Uocmen: Chi sono? Cosa fanno? Con chi se la fanno...: Internet, anno stellare 2012 dopo Alan Moore Una voce metallica stile Dottor Destino versione "Spider-Man e i suoi fantastici amic...

martedì 18 settembre 2012

Booklet 25 anni di Jojo

In occasione del venticinquennale del manga di Hirohiko Araki i maggiori autori JUMP sono stati scelti per interpretare con il proprio stile i personaggi del fortunato e ormai conosciutissimo manga targato SHUEISHA!
Cliccate per raggiungere la galleria!

lunedì 13 agosto 2012

Lo sfondo non esiste


Sentivo il bisogno di tirare fuori qualcosa. Un qualcosa così… insomma, di quelle robe che c’hai dentro, e più le reprimi, più crescono sane e forti, e quando le tiri fuori, sono capaci di stendere uno scaricatore di porto mentre spaccia underwear contraffatto dalla Cina.

Dovevo parlare di un manga, ne sentivo il bisogno, anche se a dire la verità c’è proprio poco da dire, ma non è colpa del manga. Mica si è fatto da solo!?

Tenetevi forte alle poltrone o su qualunque trespolo siate seduti perché oggi leggerete di un manga che i lettori hanno condotto sull’orlo del baratro senza dover ricorrere all’escamotage del torneo.

Un manga disegnato così bene, che vi verrebbe da dire QUANTOSFACCIMMAÈBELLO ma poi lo leggi e capisci che è scritto come una telenovela italiana: A CAZZO DI CANE

                                        IL CUORE DEI MANGA: BLEACH DI TITE KUBO

Se siete pigroni potreste anche guardare il video che è più o meno la stessa cosa, e lo trovate qua http://www.youtube.com/watch?v=tzwfo80IuIw

sabato 30 giugno 2012

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK!
Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!

mercoledì 27 giugno 2012

Chi è alpha? Svelata la sorpresa ragnesca!

Gli anni passano per tutti, alcuni più in modo più duro, altri più semplici e sembrano passare così in fretta da non averli vissuti quasi. Agosto 2012 è un mese importante, un anniversario importante, una celebrazione che coinvolge non solo un personaggio di finzione, ma un'icona che unisce milioni di persone in tutto il globo.
50 anni ragneschi si sentono tutti, il peso delle storie che fluttua nell'aria, i villain, gli amori, le perdite, la gloria, gli amici, la crescita.

L'Uomo Ragno durante la gestione di Slott sta attraversando quella che io credo sia il percorso dell'eroe. Diciamocela tutto, Spidey è sempre stato quello anticonformista, ed anche all'interno dei team come i Vendicatori e la Fondazione Futuro sembra uno fuori dal gruppo, e questione di marketing a parte, il fatto di trovarsi quasi ovunque è molto positivo per un personaggio che ha superato il confine già 50 anni fa.
Non aveva nessuna delle carte in regola per essere un eroe.
Era incline alle debolezze umane, era mingherlino, non era un guerriero o uno stratega, indossare la maschera da buffone serviva a sentire meno la colpa che si porta dietro, ma come ha potuto un personaggio così diverso dal coro, a entrare NEL coro?
Io credo che la forza dell'Uomo Ragno stia tutta nella sua semplicità. Non nell'essere nerd, nell'essere un genio, nel saper risolvere le situazioni più ardue, nelle battute sagaci, no. Peter Parker è l'uomo comune, e la vita dell'uomo comune è interessante, è intensa, è unica; può accadere di tutto nella vita, a noi, così come a Peter.
Il percorso dell'eroe, sempre più accettato nel gruppo, sempre più presente, sempre più capace.
Ha salvato New York, ha salvato il mondo, ora è tempo che insegni a qualcuno come lui come salvare il resto. Alpha è un ragazzo comune, con tanto in comune con Peter, ed anche con noi.
50 volte auguri Uomo Ragno! 50 volte auguri Alpha!

Clicca per le pagine in anteprima ;)

lunedì 25 giugno 2012

Berserk Golden Age Arc, che d'oro è solo placcato



Ho capito perché a tutti quelli che conosco piace Game of Thrones: è pieno di fighe nude che scopano!

Ma oggi voglio scrivervi non di autoerotismo, ma del film di Berserk!! Quello che aspettavamo da tempo, la reinterpretazione fedele! Sìììììì! Esce, riesco a vederlo… e poi… meh… Cioè ma cosa ho visto!?

Sia chiaro la regia mi è piaciuta molto, soprattutto quando punta a quelle immense distese che tanto piacciono pure a Miura o nelle scene concitate di guerra, molto belle, è una cosa di cui non mi lamento così come delle musiche. Ma tutto il resto?! Il film ha degli elementi che sinceramente era meglio evitare a mio avviso… CRISTOFORO COLOMBO come fa un film con una buona regia ad essere un film del cazzo? Né ma solo in Giappone può succedere!

martedì 19 giugno 2012

Golden Boy - Questi sono gli anni ’90!


















- Ragazzo! Cosa stai leggendo?
- E-ehm… F-Fairy Tail..?
- Basta con queste stronzate! Ti do un cazzotto in bocca così forte che ti faccio diventare come Schillaci!

No, Schillaci no, Schillaci no!
Rare volte un autore di manga riesce a plasmare l’opera della vita, e con opera della vita non intendo soltanto quella che gli dà grande successo e fama in tutto il mondo, che viene trasposta in animazione, che nel tempo ha i sequel, no. Io intendo un’opera che sappia dare qualcosa alla vita di chi lo legge, che non sia il mero intrattenimento. L’opera della vita è capace di dare la vita, di tirare fuori qualcosa che è nascosto nell’animo del lettore, ed esternarlo per fargli comprendere cosa c’era al suo interno.

lunedì 18 giugno 2012

[VIDEO TAG] Manga Route - In che ordine leggi i manga del mese?

Questo è un videotag! Questo è un videocaz! Questo è cavernadiplatone!
Mi sono reso conto che ho un'ordine mentale quando leggo i manga e mi divertirebbe conoscere il vostro!

venerdì 15 giugno 2012

Usamaru Furuya, un'artista - Origine e opera prima (come sul libro di Letteratura)


Ciao a tutti ragazzuoli, sono cavernadiplatone e questo è il primo di quattro articoli dedicati ad Usamaru Furuya. Ho deciso di dedicare dello spazio, anche se esiguo, a questo autore che riesce ad emozionarmi come pochi.

Usamaru Furuya è un’artista insolito nel panorama dei manga proposti in Italia, i cui pregi sono certamente l’amore per l’arte nella sua totalità e la spiccata sensibilità nel saper toccare i giusti nervi scoperti insiti nella società giapponese.

Di Furuya sappiamo che ha studiato scultura con una predilezione verso i soggetti astratti, e nel tempo si è avvicinato alla danza butoh, dai ritmi sincopati che esalta attraverso il corpo e le smorfie sentimenti e sensazioni in un modo così estremo da risultare grottesco. In seguito ha anche ricoperto il ruolo di insegnante d’arte presso una scuola superiore.

Debutta nel mondo del fumetto nel 1994 con delle yonkoma controverse, pubblicate sulla rivista Garo che dà spazio agli artisti emergenti. Le vignette verranno poi raccolte nel volume PALEPOLI.

domenica 3 giugno 2012

E alla fine arriva HOMO! La Lanterna sta al passo coi tempi

Beh, il polverone è stato alzato, ed è stata fatta luce... sulla lanterna! Un'altra battuta penosa...
Dopo il matrimonio gay nell'universo a fumetti Marvel, anche DC si è data da fare per tirare fuori un personaggio che stesse al passo coi tempi, almeno sessualmente parlando, e James Robinson autore di Earth 2 ha presentato al mondo il nuovo Alan Scott.
Nel precedente universo il figlio dell'originale Lanterna Verde era gay, quindi il cambio di gusti di Alan nel reboot non sembra neanche tanto forzato... forse.


Dopo il salto le tavole rivelatrici e la reazione di Virginio Mazzei, il guru del fumetto

giovedì 31 maggio 2012

Iron Man 3 VS Iron Patriot


È tutto oggi che rimbalza da una rete all’altra come una pallina da tennis (ho fatto un paragone al contrario e mi sa che sembra una boiata scritta così) la notizia HOT sul prossimo Iron Man 3:
lo vedete bello pacioccoso, ebbene sì, ci sarà Iron Patriot… ma un momento! Non è di certo Norman Osborn, e allora chi fù? Questo ce lo diranno i postumi della sala cinematografica! Nel frattempo tutti a darci pacche sulle spalle perché c’è una cosa altamente nerd nella pellicola.





mercoledì 30 maggio 2012

Moryo's Box - Considerazioni e perché leggerlo?


Sì, lo so, è uscito il primo numero da un po'... Ma potrebbe rivelarsi un buon manga! Le premesse sembrano interessanti perlomeno.

Se volete sapere di cosa parla, andate sul sito  http://starcomics.com/scheda.php?id=5566  e leggete la trama, in questo post vorrei evitare di essere ridondante, preferisco concentrarmi sui particolari che ritengo più utili per intrigarvi.

Prendetevi del tempo per leggere questo volume, e non siate disattenti, perché ci sono solo due capitoli da tipo 100 pagine l’uno, e avrete bisogno di rileggerlo.

Dopo questa premessa che avrà fatto scappare il 59% dei lettori ve ne do un’altra che farà scappare il restante 41%.

Il tizio che vedete in copertina, quello che dovrebbe essere il protagonista, appare nell’ultima pagina del volume. Olè! Ora che sono andate via tutte le persone che non avevano voglia di leggerlo parliamone seriamente.

Le percentuali hanno un margine di errore dell’1%

martedì 29 maggio 2012

Il PRIMO matrimonio gay a fumetti - Astonishing X-Men - Risposta a Breaking


Sono partito da questo video non poco interessante di Breaking Italy per parlarvi delle ultime novità nel campo dei comics, sono un approfittatore nato! 
Comunque sia di queste cose ne ho ciancicato sul mio diario Facebook, commentando le notizie che trovavo in giro per la rete, però mi fa piacere discuterne anche con voi che magari non vi siete mai presi la briga di iscrivervi a Fb (e perché non l'avete mai fatto poi?!).
La gente che oggi si scandalizza per un matrimonio gay è quella che ieri lanciava i sassi e nascondeva la mano, giusto? In realtà io credo fortemente che ci sia una profonda ignoranza che dilaga nel mondo. Bisognerebbe essere più rispettosi e basta, non tolleranti. Tollerare il comportamento di un altra persona mi sembra più pretestuoso che ignorarlo o dargli addosso. 
MARVEL COMICS for ever che come ha detto Shy, da sempre utilizza icone chiave delle categorie vessate dall'ignoranza, per elevarle e renderle pari parte di un mondo fatto non solo di sogni e fantasia, ma di pensieri e parole VERE e CONCRETE. 
E secondo voi Marvel Comics fà bene ad essere specchio del mondo che ci circonda?

mercoledì 23 maggio 2012

TROI-ehm TRON UPRISING!


IO HO IL POTEREEEEEE!
Ok l’ho visto e m’è piaciuto! TRON UPRISING merita un bel po’.

Rivedere TRON dopo tanto tempo è stato un bel tuffo al cuore per me, che non lo vedevo da ragazzino… sì, crocefiggetemi in sala mensa non ho visto LEGACY; ma in compenso ho ascoltato la colonna sonora dei franzosi Daft Punk.

martedì 22 maggio 2012

Medaka Box! Suffraggette urrà!


Medaka box è un titolo difficile di cui parlare.
Non perché in sé sia complicato, ma per via del fatto che parlarne in un certo modo può pregiudicare il vostro giudizio, in male, il ché sarebbe una totale eresia.

Per togliermi in fretta dai piedi i tipi che non ci capiscono una mazza scriverò delle frasi che li faranno eccitare come delle scolarette l’ultimo giorno di scuola:

MEDAKA BOX È UNA FIGATA ASSURDA, ALLUCINANTE! È DA LEGGERE SENZA PENSARCI! COMPRATELO!

Indubbiamente questa edizione ha 3 refusi, due ricostruzioni imprecise e ha la doppia copertina…

SHONEN JUMP VA DI MODA A MANI BASSE!!!

Avete letto Medaka Box e non vi è piaciuto? Meglio così! (su questa ci torniamo dopo)

lunedì 21 maggio 2012

FOCUS ON - Fear Itself - Fraction & Immonen MARVEL COMICS



Sinceramente quanto ci ha fatto cagare questo cross over? Vedere tutti questi eroi e villain prendere parte a una sfida che sfida non è, cercare di salvare il mondo che poi si concentrano tutti a far caciara in America... MADDAI!?! Non mi è per niente sembrata un'invasione su scala mondiale, anzi è una miniserie permeata dalla leggerezza. Futilità a gogo.

domenica 13 maggio 2012

Dark Shadows, qualche impressione sul film di Tim Burton

È un bel Tim Burton, quello grottesco ed ironico e meno stacca-assegno-che-devo-da-campà. Questo film è finalmente qualcosa che noi vecchiardi vogliamo vedere, niente vampiri succhiacazzi!

venerdì 11 maggio 2012

BURRO NERO E PANGETALIA

Nel lato oscuro almeno ha i biscotti. Qui hanno le banane.

Avete mai letto questi due manga? Diametralmente opposti che però conservano dentro loro tutta la forza dell’eucalipto. Terribilmente noiosi a mio avviso *YAOISTE INFEROCITE SI AVVICINANO COI FORCONI*
Mi sono sempre chiesto perché questi due fumetti avessero tanta considerazione da parte del popolo di internet, ma io come sempre dimentico che il popolo di internet è quello che è. Una male bolgia dove il senso del tutto diventa il concreto del niente.

- CHEFFFRASE! Da dove mi è uscita?
- DA DOVE TI ENTRA LA BANANA!
- . . . 

mercoledì 2 maggio 2012

Slave Chronicles 4 - Un nuovo inizio

Io ormai non so più che fare. Come vivere. Perché vivere. Cosa vivo a fare? Quasi quasi domani mattina appena sveglio vado a Napoli e vedo se mi fanno montare di nuovo lo stand...

martedì 1 maggio 2012

Slave Chronicle 3 - Ce l'avete Toragekuroahsiaponi?

The end is nigh. Ma prima del tramonto la luce è più intensa... cioè il sole fa tipo FUOOSH! Vabbè quello, avete capito.

domenica 29 aprile 2012

Slave Chronicles 2 - Alice in INTERLAND

Io ho sentito cose che nessun essere umano può sopportare.

Forse qualcuno sì, e vi sorriderà anche. Ma dietro quel sorriso, arde la bocca dell'INFERNO!

sabato 28 aprile 2012

Slave Chronicles 1 - Quando capisci cosa vuol dire fare 12 ore di fiera al Napoli Comicon 2012

Bè, alcuni di voi sapranno che quest'anno sono al Napoli Comicon insieme a GP Publishing.
Ragazzi. RAGAZZI. Cioè...

martedì 24 aprile 2012

RECENSIONE MANGA - Kyokuto Kitan


KYOKUTO KITAN
Autori: Yu Kinutani, Mimi Natto
Genere: Azione, Supernatural
Collana: Volume da Fumetteria
Formato: 13x18 
Pagine: 216 
ISBN: 978-88-6468-677-6 
Numero: 1 
Copyright: © Yu Kinutani, Mimi Natto/Kodansha.
All rights reserved.


Vorrei partire con una premessa prima di addentrarmi nella recensione di questo albo, questo primo tomo di tre parti che comporranno l’intero manga: qualcuno ha già paragonato l’opera di Mimi Natto con quella di Yuki Urushibara, Mushishi. Tremendamente fuorviante perché gli intenti delle due storie sono diametralmente diversi; laddova Mushishi è un’insieme di storie episodiche, che cercano di stimolare il lettore attraverso l’espediente narrativo della ripetizione, Kyokuto Kitan invece pone al lettore una crescita del protagonista che cerca di raggiungere la conoscenza, ma anche un’elevazione spirituale, con una trama consequenziale. Di certo condividono un elemento preponderante in tantissimi altri manga, e cioè la fusione tra folklore e fantasy.

Nel primo capitolo del manga ci vengono subito mostrati tutti quelli che saranno gli elementi che costruiscono la struttura della storia: il viaggio onirico, il simbolismo ricorrente e le piante antropogame. Neologismo creato ad hoc dall’autore, per queste forme di vita, che si riproducono attraverso gli esseri umani, piantando semi nel loro corpo e fiorendo fino a trasfigurare o inglobare l’uomo ospite.

Vorrei concentrarmi però sulla simbologia presente sul corpo del protagonista Juzou Kuki

mercoledì 11 aprile 2012

Quanto vendono i fumetti, oggi, ieri e domani?


Le vacanze pasquali sono giunte al termine. Anche quelle domenicali, quelle antoniali, quelle enricali… Sì, lo so: battuta penosa, ma dovevo farla.

I fumetti, la nostra passione, il nostro amore incontrastato che nemmeno un debiirs regge il confronto sono le specchio di noi lettori. Ci identifichiamo nei personaggi dei nostri fumetti, e vogliamo leggere storie che rispecchino i nostri desideri. 
E per non farlo diventare un discorso a senso unico e chi conosce Federica e Minerva sa di cosa sto parlando, nasce il bisogno di interfacciarsi con gli altri ex amici di Jill (all’ammerigana), e scambiarsi pareri ed opinioni e dissapori e quant'altro.

Certamente una domanda che sorge sempre tra gli appassionati è “quanti siamo?” e quella subito dopo è “quanto vende il nostro fumetto preferito?” e quella ancora dopo "ma quanto SFACCIMMA guadagna una casa editrice in media per una serie?"

Tutte queste ed altri mirabolanti domande (risposte siamo sprovvisti che ancora non pubblichiamo fumetti) dopo il salto!

domenica 1 aprile 2012

Perché il primo episodio di Saint Seiya Omega mi è piaciuto

(anche se ho capito giusto a grandi linee che non so il giapponese)

Omega nasce come prodotto indipendente e totalmente slegato dalla continuity di Saint Seiya, a differenza delle altre tre serie prodotte con la benedizione di Kurumada che sa disegnare solo i pugni chiusi.

Escursus generale sulle altre serie? Escursus generale sulle altre serie.

- Lost Canvas è incentrato sulle mazzate, che cerca di darsi un contegno. Serioso. Non serio.
- Next Dimension tutto di Kurumada che condivide alcuni punti con LC si spaccia come sequel della prima serie, ma è proprio il contentino dei fan;
- Episode G, probabilmente il migliore dei tre per chi ha amato la serie animata ed il suo doppiaggio italiano, per questo i giapponesi non l’apprezzano, perché Saint Seiya è poco più di una serie de regazzine che se pistano, e questa versione è troppo alta per quel pubblico.

L’anime è ambientato 25 anni nel futuro della serie classica. I vecchi personaggi sono ormai tutti adulti, anche se non sembra grazie al design molto accattivante di Yoshihiko Umakoshi, che riesce a rendere l’esperienza grafica simile a quella del compianto Shingo Araki, ma che comunque offre una sua visione più spigolosa e pop. 

CONTINUA DOPO IL SALTO!

lunedì 26 marzo 2012

Si ma tineili sulla graticola


Devono cuocere ancora un po’ (i lettori)
Una foto può dire più di mille parole. A volte la sconvolgente verità è sotto ai nostri occhi incapaci di vederla, perché ci è nascosta, ma anche perché non vogliamo scoprirla.
Le persone che camuffano la verità con paroloni e tira e molla non vogliono che voi sappiate, ma noi saremo lì, a ricordargli che la verità sale a galla, e la pozza non è mai troppo profonda per un Super Santos pieno d’aria.
Le persone che non vogliono affrontare la verità non sono codardi o deboli, semplicemente non vogliono rendersi conto di aver sprecato la loro vita, ma noi saremo lì, a ricordargli che la verità fa male, ma insieme possiamo superare il dolore.

Continua dopo il salto!

sabato 24 marzo 2012

TEENAGE MUTANT NINJA TURTLES DA UN’ALTRA GALASSIA!


Re Meerda Strikes Again!

Michael Bay ha recentemente annunciato del suo coinvolgimento come regista del prossimo film sulle TMNT, ed ha rivelato che le TURTLES non saranno terrestri, ma aliene.
- Ma fa sul serio? Io penso scherzasse.
- No, no. Domè. Guarda il video. Fa sul serio.

*SEGUE UNA PAUSA DI 10 MINUTI*
Aliene…?
*SEGUE UNA PAUSA DI 20 MINUTI*
. . .

Continua dopo il salto!

giovedì 22 marzo 2012

YOU SHALL NOT PASS!

Un vecchio random appare
dalla fila in posta
Io mi diverto un bel po' ad andare in Posta. Sia chiaro, non sono un masochista: non mi piace per niente stare in piedi le ore ad aspettare il mio turno, o ammirare le vecchine in tiro al ritiro della pensione che dopo se la sciupano col moroso ultraottantenne sparapose / poveroincanna.
Ma se c'è una cosa che mi diverte tantissimo è andare in Posta, prendere il mio numeretto e sedermi ad aspettare. Non è un'attesa vuota da Settimana Enigmistica che ti leggi giusto le barzellette o unisci i puntini. È l'attesa di un cacciatore. In silenzio osservo la mia preda, e più è stagionata, più cresce il mio laido divertimento.

Il pensionato aspetta impaziente, nemmeno si siede, e controlla ogni 1,3 secondi il numero sul fogliettino e il numero sul display. Ha la testa pneumatica. Pregusto già il sapore della carne morta. Io da bravo occhio di falco scorgo il suo numero e un brivido mi percorre la schiena: è il 67. Io ho il 66. Potete capire quale gioia? No che non potete, non siete cacciatori, voi.
Mi siedo paziente, in mezzo a un gruppo di vecchiette che mi fanno da erba alta, il calore della giornata e il grondante sudore sulla mia fronte mi fanno sentire ne La mia Africa, il cuore che batte a un ritmo regolare e sempre più forte ad ogni DING! del display.
ECCOLO! DING! Numero 65! Mi alzo con fare felino e mi avvicino alle spalle del vecchietto, che si guarda attorno, e siccome crede di essere solo comincia già a sfregare indice e pollice calcolando nella sua mente l'inadeguata pensione. Sbava. DING! Numero 66.
Il trucco sta nel controllare il gioco di dita in stile Spaghetti Western dell'operatore digitale postale: una frazione di secondo dopo e siete fregati, a meno che non tirate fuori il jolly della nonna in macchina rimasta senza ossigeno e dovete sbrigarvi.
L'ormai ex operaio è già in delirium tremens con le sue manine pelose da lupo mannaro, e passetto dopo passetto si avvicina al bancone. Un pelo prima che l'operatore riprema il pulsantone, balzate da dietro allo sbavante giurassico e con il petto in fuori, il numero bene in vista, gli occhiali scintillanti come il fucile da caccia appena ingrassato (se non avete gli occhiali va bene anche una penna o una borsetta se siete donne) gridate: QUI SE NON RISPETTA LA FILA FINISCE ANCHE IL MONDO!
La faccia dell'uomo bicentenario è un mix di orgoglio buttato nel cesso, secondo stadio dell'accettazione, e un po' di un meme che ti fa tanto ridere in queste settimane.
La mia faccia è questa ovviamente:


Domenico "cavernadiplatone" Guastafierro

martedì 13 marzo 2012

Il caso Pandora Hearts

Un wallpaper a cazzo di cane
UPDATE 14/04/2012:
StarComics annuncia al Torino Comics la prossima pubblicazione di Pandora Hearts, insieme ad "Arrivare a te" e
"Tutor Hitman Reborn"
A
questo punto possiamo immaginare che oltre alla distribuzione in edicola l'editore originale pretendesse anche una certa qualità grafica come le pagine a colori? Incentivi sulla pubblicazione? Misteri editoriali a parte gaudio e tripudio per i fan della serie.

UPDATE 19/03/2012:

J-Pop annuncia sulla loro bacheca Facebook che non saranno nemmeno loro gli editori italiani di Pandora Hearts, rivelando qualche indiscrezione su cosa pretendesse l'editore giapponese: la distribuzione in edicola. Il cerchio si stringe.

NOTIZIA 13/03/2012: Nessuno di noi può sapere cosa è successo davvero, ma possiamo ipotizzarlo facendo riferimento al passato. Non è di certo a causa di una spinta del pubblico verso questo o un altro editore a far passare i diritti da una casa all'altra, sia ben chiaro, quindi è inutile scervellarsi su queste improbabili spy-story editoriali. Nè credo che dopo il piano editoriale già pronto, Panini abbia lasciato esaurire i diritti senza pubblicare, sarebbe una mossa da sciocchi quali loro non sono. E quindi? Passi indietro nel tempo ma non troppo indietro: vi ricordate di City Hunter Deluxe di cui avevano annunciato i diritti e poi non hanno potuto stamparlo perché la qualità non soddisfaceva l'editore giapponese? Poi qualche anno dopo hanno ripreso in mano la questione e seguendo il più possibile le direttive nipponiche CHDX è ora presente nelle nostre fumetterie. Qualcuno aggiungerà a qualità super pessima che se era StarComics al massimo costava €5,90. Che SC si può permettere perché hanno le Grafiche Bovini. Ma non divaghiamo. A questo punto potremmo supporre anche qualcosa di azzardato visto che Panini sembra non avere più i diritti. Chi dice GP, chi dice Star. Io sono il classico tipo che di solito pensa al male minore, se proprio ha "ceduto" probabilmente sarà J-Pop a proporlo in Italia. Altrimenti rimpiattino e sarà ancora Panini tra un annetto? Il tempo saprà dircelo.

martedì 6 marzo 2012

DC cambia logo, e MARVEL no (?)




Spelliamo quella figurina!
Durante gli ultimi mesi il nuovo logo dell’editore statunitense è rimbalzato per la rete spaccando in due fazioni il popolo dei geek e dei nerd, dividendoli in PRO e CONTRO. Il nuovo marchio ha un gusto retrò ed è proprio lo stile che Diane Nelson e il suo staff cercavano per il rilancio di un brand forte, recuperando quell’esperienza grafica che ha segnato il mondo dei comic book.

 Continua dopo il salto.




lunedì 27 febbraio 2012

VINCITORI OSCAR 2012

Magari 'sta lista serve a qualcuno

Miglior regia - Michel Hazanavicius (The Artist)
Miglior film - The Artist
Miglior attore protagonista - Jean Dujardin (The Artist)
Migliore attrice protagonista - Meryl Streep (The Iron Lady)
Migliore attrice non protagonista - Octavia Spencer (The Help)
Migliore attore non protagonista - Christopher Plummer (Beginners)
Migliore fotografia - Hugo Cabret - Robert Richardson
Migliori scenografie - Hugo Cabret - Dante Ferretti, Francesca LoSchiavo
Migliori costumi - The Artist - Mark Bridges
Miglior makeup - The Iron Lady - Mark Coulier, J. Roy Helfand
Miglior film straniero - Una Separazione
Miglior montaggio - Uomini che odiano le donne - Kirk Baxter, Angus Wall
Miglior montaggio sonoro - Hugo Cabret
Miglior sonoro - Hugo Cabret
Miglior documentario - Undefeated
Miglior film d'animazione - Rango
Migliori effetti visivi - Hugo Cabret
Miglior colonna sonora - The Artist - Ludovic Bource
Miglior canzone originale - I Muppet - Bret McKenzie
Migliore sceneggiatura originale - Midnight in Paris
Migliore sceneggiatura non originale - Paradiso Amaro
Miglior cortometraggio live action - The Shore
Miglior cortometraggio documentario - Saving Face
Miglior corto animato - The Fantastic Flying Books of Mr. Morris Lessmore

martedì 21 febbraio 2012

martedì 14 febbraio 2012

Rigore Cavani durante Napoli - Chievo 13/02/2012

Grandissimo gol dal dischetto di Edinson Cavani durante la partita Napoli - Chievo del 13 febbraio 2012, chiusasi con la vittoria dei partenopei per due reti a zero.

giovedì 9 febbraio 2012

Gravidanza Simbiotica Sospetta

           
Adorabile
Oh-oh... Mi sa che qualcuno l'ha fatta fuori dal vaso. Anzi. Nel vaso di qualcun altro! Ma gli ultrasuoni non dovrebbero disturbare il caro V-Man?

martedì 7 febbraio 2012

THE AMAZING SPIDER-MAN 3D - Official Trailer

Che tu solo a lggere il titolo ti sei ormai già venduto l'anima al diavolo per viaggiare nel tempo e vederlo prima degli altri! E poi scopri che il Sifone aveva fatto prima.

mercoledì 1 febbraio 2012

Celentano a 300mila RAI

Tutti a parlare di Celentano, re degli ignoranti, e dei 300000 euro che percepirà per la partecipazione a Sanremo. Non critico chi si lamenta o chi non si lamenta, ma sarebbe anche bello dire le cose come stanno dall'altra parte, e cioè da quella del pubblico, perché io so, che nonostante le critiche la maggior parte degli italiani, i seguaci/sudditi del re degli ignoranti acclameranno i suoi discorsi. Ma abbiamo davvero bisogno di Celentano alla RAI per capire quanto il nostro sia un paese di melma? A quanto pare sì, che tanto di tutti gli altri conosciuti e finti sconosciuti che lo fanno gratis su internet, a nessuno importa. Se serve che Celentano lo dica al popolo degli ignoranti che Iddio c'assisti!

lunedì 30 gennaio 2012

sabato 28 gennaio 2012

Influenza

Influenza....
Quando arriva non va più via...
E se l'acqua ti cola dal naso...
Non serve a niente che ti fai le s*@°e...
Il rimedio della nonna stavolta non va
perché il virus più duro ce l'ha...

Ho accumulato quella pila di fazzolettini in un'ora. CRISTOFORO COLOMBO!
Non riesco nemmeno a concentrarmi bene per i lavori che sto facendo...



mercoledì 25 gennaio 2012

venerdì 20 gennaio 2012

Death Note 14 - La VERA verità




Questo articolo è frutto di una ricerca volta a far scoprire ai lettori di Death Note quanto questo manga sia davvero poco originale, per cui questo post è dedicato a chi ha già letto il manga. Presto diventerà anche un video sul mio canale Youtube. Clicca per leggere ;)





mercoledì 18 gennaio 2012

Tutti i manga del 2012

Questa è la lista completa, degli annunci manga di tutti i sacrosanti editori italiani, fatti durante l'ultimo Lucca Comics&Games, ergo quello del 2011 per i poco avvezzi ai calendari.
Clicca e dopo il salto trovi la lista ;)

martedì 17 gennaio 2012

Liberi di Leggere cambia direzione!

Il progettone di Cavernadiplatone NON si aggiorna, ma cambia direzione! Gli elementi a disposizione sono pochi, ma noi non ci arrendiamo! e fondamentalmente Liberi di Leggere rimane ciò che era in origine. Creerò un servizio di network, per unire chi vuole partecipare al progetto, fornendo loro massima disponibilità ed espansione. Playlist adatte per dare modo a tutti di fornire a un pubblico più grande possibile le giuste indicazioni, e chi vuole potrà ovviamente, realizzare dei video originali per il canale. STAY TUNED!