Passa ai contenuti principali

Michel Vaillant torna in edicola


Il fumetto sportivo riesce sempre nel suo intento: coinvolgere il tifoso non legato alla nona arte. Il tema funziona e rapisce costantemente, rivedere quelle azioni adrenaliniche e vivere insieme ai protagonisti avventure grintose anche dal fascino misterioso trascina anche il più restio degli appassionati.

Andando a ritroso nel tempo se la mia generazione (tardi anni ‘80) è stata influenzata da Slam Dunk, e i nostri cugini e fratelli da Holly e Benji, c’è un’altra generazione, quella dei nostri padri e zii che è stata influenzata da Michel Vaillant di Jean Graton.

Corse in pista, motori rombanti, stimolante graficamente per gli appassionati, e un’intrigante componente thriller ricca di spie e femme fatale, che potrete leggere in edicola ogni mercoledì allegato a “La Gazzetta”. Mai accoppiata fu più azzeccata, e tra le tante serialità a fumetti da leggere questa si rivela una valida alternativa per scoprire il fumetto franco-belga, staccandoci un po’ dai Supereroi che stavano invadendo la penisola italica fino a qualche mese fa.

Non è un’edizione cronologica, vero, partiamo infatti dal 18esimo volume Brivido a Monza, noi come sempre siamo troppo italiani, ma è ricca di editoriali ed approfondimenti inediti che spesso valgono, per certi versi, più delle storie in sé. Comoda la promozione dei primi tre numeri a solo 1 euro, mentre le altre uscite avranno il costo di 2,99 euro. Qui trovate il sito qui.


Come sempre il mio consigli è leggere, senza lasciarsi frenare dai confini geografici di una storia, perché le emozioni e la passione non hanno limiti. E nemmeno Michel Vaillant.

Domenico Cavernadiplatone Guastafierro

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!

Il finale di Dragon Ball GT

Quando nella seconda metà degli anni ’90 Akira Toriyama e il suo editor Fuyuto Takeda iniziarono a progettare il finale del manga di Son Goku e i suoi amici, Dragon Ball era una macchina fabbrica-soldi che non poteva certo interrompersi così, da un giorno all’altro. Se da una parte il sensei Toriyama si sarebbe fermato per una sua precisa volontà, tutte le altri parti che componevano il merchandise di Dragon Ball sarebbero andate avanti, fra cui: pupazzetti, giochi di carte, videogames, e ovviamente serie animate. Ecco come Dragon Ball farà i VERI soldi La TOEI ANIMATION non poteva assolutamente permettersi di perdere una così ricca filiera lavorativa, e pensarono subito a un sequel per le avventure dei Saiyan: Dragon Ball GT . Una side story che ci mostra cosa sarebbe successo se i nostri eroi avessero continuato ad usare le Sfere del Drago , vero leitmotiv, e a mio parere, vere protagoniste della storia a cui danno appunto il nome, ma su questo punto ci tor