Passa ai contenuti principali

MAGICA DISNEY 3000 VOLTE TOPOLINO

Quando Topolino chiama, Cavernadiplatone risponde. Se poi chiama dal Palazzo delle Arti di Napoli è anche meglio, che stiamo vicino, il treno costa poco. Non potevano mancare gli amicici di sempre e quindi fatte armi e bagagli partiamo alla volta della mostra e ragazzi… ci siamo divertiti #dibbrutto
Entriamo dentro e respiriamo un’aria di magia, musica, colori… il vero stile Disney era tutto nel primo piano del PAN dove l’allegria grondava dalle pareti. Ma che bello, veramente, eh.

Tavole, disegni, quadri originali di Scarpa, Cavazzano, BARKS!! Ammetto che ci siamo lasciati trascinare dalle emozioni e abbiamo letteralmente spento la nostra parte “adulta” per vivere una mattinata di ricordi e divertimento. Ogni area aveva le sue caratteristiche peculiari e più o meno dedicata a una cerchia di elementi comuni (era un po' a mentula canis) ma tutto sommato molto godibili. Nella prima stanza c'erano le lettere della Nerbini, TOPO LINO, la primissima storia mai pubblicata in Italia di Mickey Mouse e tavole originali, ma tra tutto spiccava in una teca rossa il primo numero di Topolino libretto. Era come un'idolo d'oro per noi. Aveva rapito la nostra attenzione ma soprattutto la nostra immaginazione.

Il NON mio tesssoroooo...

Il decino di Zio Paperone. Non è il vero decino eh, è solo quello che usciva su Topolino per il numero 2000 mi pare. Quello vero ce l'ha Zio Paperone nel deposito. #daje 


È proprio degno del suo cognome:
Amelia

La macchina del tempo del professor Zapotek: la impostavi pure con un quadro comandi che sembrava sopravvissuto alla Città della Scienza, che Dio l'abbia in gloria, con i tasti in velcro che non erano veri tasti, funzionavano con la bioelettricità immagino.


"Fabio, fai una faccia sconvolta come se fossimo
finiti in un remoto passato!"
"AAAAAH!"

C'era anche un cinemino dove venivano proiettati cartoni animati e filmati d'epoca, ma anche film e spezzoni. Ci siamo seduti e ci siamo goduti un paio di robe tra cui "La capanna dello Zio Tom" roba che ormai "non esiste più", per via delle accuse di razzismo e bla bla la sappiamo tutti la storia, che tanto a me è sempre piaciuto di più "Darby O' Gill e il re dei folletti" (c'era Sean Connery).




Le anteprime del numero 3000! Ma quante storie ci metteranno dentro!? C'erano tipo le prime tavole originali di almeno 13 storie! 

Prove di copertina


C'erano anche un bel po' di sacchi pieni di paglia-che-sappiamo-che-è-paglia-ma-immaginiamo-siano soldi presi dal deposito di Zio Paperone.

Banda Bassotti all'assalto!
Luigg dorme "sogni d'oro"
Fabio si gode la bella vita
Vorrei farvi vedere anche tanto altro, ma siccome non ho sbatta di caricarvi caterve di foto vi invito ad andarci alla mostra che sarà aperta dal 22 marzo al 26 maggio 2013. Andateci, tanto è gratis.

È stata una bella esperienza, una mattinata più che piacevole, anche se un rovescio della medaglia c'è: poco prima di entrare al PAN col sorriso già stampato in faccia, è uscita una scolaresca di bambini che avranno avuto meno di 10 anni, e i commenti erano tipo “Non è per niente divertente!”. 
Ma SANTI BAMBINI, con cosa vi divertite oggi? Vi serve per forza un tablet con la connessione ad internet o l'XBOX per giocare a uno sparatutto sanguinolento in HD per divertirvi? I vostri genitori non ve lo comprano il "giornaletto" di Topolino? No? E fanno male. Io sono contento di essere cresciuto con Topolino e di sapermi divertire ancora con qualcosa di così puro e semplice e mi dispiace davvero che oggi la stessa cosa non riesca a succedere.


Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

MENTRE L'ITALIA LITIGA LA FRANCIA FA

Le influenze della cultura giapponese, filtrata dal tubo catodico di Mediaset hanno irrigimentato una generazione intera di futuri narratori, che di fronte al media fumetto non hanno trovato altro sfogo che fare IL MANGA. Ex-Tract , scritto da Domenico Guastafierro e disegnato da Alfredo Postiglione Sono anni che si dibatte sulla validità di questo "manga italiano", o "macaroni manga" come dicono i giapponesi stessi, che se con un occhio ci guardano con malcelata superbia, con l'altro in stile Marotta ci spronano a creare attraverso concorsi come il Silent Manga Audition. Presentazione del lavoro di Elena Vitagliano per lo SMA La Francia è da sempre grande divoratrice di fumetti giapponesi (anche più degli italiani) e negli ultimi anni ha trovato anche una nuova strada per fare manga, che non fosse solo il raccontare le proprie radici con quelle tecniche. Tony Valente che stringe tra le mani un poster del suo manga RADIANT Dopo l'uscita di Capitan Albator

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!