Passa ai contenuti principali

NUOVI YOUTUBER CHE RECENSISCONO FUMETTI

DISCORSO SERIO PARTE 324: Le nuove leve.

Quando io ho cominciato a fare video su Youtube, sono arrivati uno stuolo di altri sfigati, che facevano la stessa cosa, e parlavano di fumetti che io non avrei toccato nemmeno con l'asticella dei selfie. 
Sì, avete letto bene, SFIGATI, perché questo eravamo (e ancora un po' lo siamo), soprattutto quelli che poi hanno mollato perché "fare video sui fumetti era una fase". 
La ricerca dell'identità andrebbe affrontata con altri strumenti, secondo me. Non è come il cosplay, che a casa non puoi dire che sei ricchione, e allora ti baci col fidanzato in costume perché lo "richiede la caratterizzazione" (e anche quella è merda, sia beninteso).
I bambini imparano a crescere imitando gli adulti, ma copiare e basta che senso di soddisfazione dà? Questi ragazzini che fanno video sui fumetti copiando i temi, a volte addirittura i testi degli altri, che soddisfazione traggono? Che poi uno li spregia e devono stare muti, questo è il Colosseo mica il parco sotto casa, se caghi fuori dal vaso ti aprono in due. 
Questo discorso è così da vecchi che fa schifo, perché cade nell'odiosa considerazione "AI MIEI TEMPI". 
AI MIEI TEMPI SI POTEVA ESAGERARE CON LA PEPSI
Eppure è effettivamente così: ai miei tempi, gli sfigati di cui sopra, avevano più palle degli sfigati di oggi. non sapevano articolare tre parole in fila, si sentiva l'accento regionale, erano video editati malissimo, ma erano variegati. Frega cazzi della spontaneità, è l'ultima cosa che serve. 
Parlavano di cose diverse, di fumetti diversi, anche solo per il gusto di farlo. Se io trattavo 4 o 5 manga, gli altri ne trattavano anche 12, tutti diversi dai miei. 
Oggi tutti parlano di ONEPIECE e... boh, il resto è briciole. Prima solo sommobuta lo faceva, e tu lo sapevi, era il suo campo, te eri merda e basta e solo lui poteva farlo. Ma non è coraggio quello che dimostrano tutti quelli che fanno video su OP, no, è vigliaccheria.
Capisco che la scelta più logica sia quella di cavalcare l'onda del momento, e se è L'attacco dei Giganti o la fine di Naruto, tutti quanti lo sappiamo, si fa una porcata per le views e via, ma tutto il resto che fine ha fatto? Cioè, se devi fare 200 views con un video copiato da Dario Moccia, ma non è meglio farne 100 con un video tuo e basta che parli di un fumetto che pochi conoscono? 
Offri più servizi e ti becchi meno bestemmie. Ci guadagniamo tutti, fidatevi.

Commenti

  1. Guarda Dom mi trovi totalmente in accordo con e , inoltre sti bimbetti mi intasano l'home di video consigliati

    RispondiElimina
  2. E esattamente quello che tento di fare nei miei video, parlare di roba incagata (adesso, i primi video erano un po cosi) ma che io apprezzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bad facu è ovunque D: hahaha (con affetto ;)

      Elimina
  3. Discorso universale che si potrebbe applicare a praticamente tutto nella vita :P

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

MENTRE L'ITALIA LITIGA LA FRANCIA FA

Le influenze della cultura giapponese, filtrata dal tubo catodico di Mediaset hanno irrigimentato una generazione intera di futuri narratori, che di fronte al media fumetto non hanno trovato altro sfogo che fare IL MANGA. Ex-Tract , scritto da Domenico Guastafierro e disegnato da Alfredo Postiglione Sono anni che si dibatte sulla validità di questo "manga italiano", o "macaroni manga" come dicono i giapponesi stessi, che se con un occhio ci guardano con malcelata superbia, con l'altro in stile Marotta ci spronano a creare attraverso concorsi come il Silent Manga Audition. Presentazione del lavoro di Elena Vitagliano per lo SMA La Francia è da sempre grande divoratrice di fumetti giapponesi (anche più degli italiani) e negli ultimi anni ha trovato anche una nuova strada per fare manga, che non fosse solo il raccontare le proprie radici con quelle tecniche. Tony Valente che stringe tra le mani un poster del suo manga RADIANT Dopo l'uscita di Capitan Albator

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!