Passa ai contenuti principali

IL MANGA PIÙ ANTICO DEL MONDO DIVENTA UN ANIME

Choojuu-jinbutsu-giga, uno degli emakimono conosciuti anche come I rotoli degli animali saltellanti

L'azienda energetica Maruben Shin Denryoku ha commissionato allo Studio Ghibli un corto animato per sottolineare il loro cambio di rotta verso un'energia pulita e rinnovabile. La scelta di animare la più antica testimonianza nipponica dell'arte disegnata, è facilmente riconducibile al tema naturalistico dei rotoli, che ricordano un'era pre-industriale del Giappone. Se i manga oggi esistono nella forma che conosciamo e apprezziamo, è grazie agli emakimono che sono stati la fonte d'ispirazione primitiva: negli antichi rotoli satirici troviamo immagini in sequenze, accompagnati da testi, e a volte anche da linee cinetiche che indicavano il movimento dei personaggi.

Nei famosi Choojuu-jinbutsu-giga troviamo una fauna espressiva e antropomorfa, che saltella per tutte le pagine del rotolo, e sono considerati il primo manga della storia. L'opera appartiene alla fine dell'epoca Fujiwara, ed è la più rappresentativa espressione dell'arte di quel periodo. L'artista, un disegnatore dal tratto delizioso e comico, ritrae animali dall'aspetto di monaci con fare satirico. Un vero e proprio ingegno artistico tipico del paese, privo di qualsiasi influenza, che testimonia una reazione contro la solennità dell'arte buddista.

Quelli che credevano morto e sepolto lo Studio Ghibli, dovrebbero ricredersi guardando gli animali prendere vita nel corto animato qua sotto.


Se volete conoscere altri elementi rappresentativi dell'arte giapponese, vi consiglio questo libro su Hokusai pubblicato dall'editore L'Ippocampo, dove troverete il meglio delle 4000 incisioni dell'autore in un'enorme volume di 696 pagine, in bilingue.


Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!

Il finale di Dragon Ball GT

Quando nella seconda metà degli anni ’90 Akira Toriyama e il suo editor Fuyuto Takeda iniziarono a progettare il finale del manga di Son Goku e i suoi amici, Dragon Ball era una macchina fabbrica-soldi che non poteva certo interrompersi così, da un giorno all’altro. Se da una parte il sensei Toriyama si sarebbe fermato per una sua precisa volontà, tutte le altri parti che componevano il merchandise di Dragon Ball sarebbero andate avanti, fra cui: pupazzetti, giochi di carte, videogames, e ovviamente serie animate. Ecco come Dragon Ball farà i VERI soldi La TOEI ANIMATION non poteva assolutamente permettersi di perdere una così ricca filiera lavorativa, e pensarono subito a un sequel per le avventure dei Saiyan: Dragon Ball GT . Una side story che ci mostra cosa sarebbe successo se i nostri eroi avessero continuato ad usare le Sfere del Drago , vero leitmotiv, e a mio parere, vere protagoniste della storia a cui danno appunto il nome, ma su questo punto ci tor