Passa ai contenuti principali

CIVIL WAR RECENSIONE SENZA SPOILER

Più di qualsiasi altro film di supereroi, Civil War mette sotto torchio gli uomini e le donne per i quali dovremmo essere grati. Il popolo esige che questi eroi diano un’occhiata alla devastazione che si lasciano alle spalle. Il popolo vuole indietro la sicurezza che sente di aver perso. Non importa quante volte hanno salvato la Terra: prima della loro comparsa non esistevano minacce superumane.

Gli Avengers in questo film dovranno fare i conti col prezzo delle loro azioni. Forse la loro esistenza è davvero un problema e non un beneficio, un tema che Joss Whedon ha evidenziato nei suoi due film sul supergruppo, in fondo Civil War è un vero e proprio sequel agli eventi di Age of Ultron.



Il popolo però ha dimenticato, o forse non ha mai saputo che un supereroe per essere tale deve scendere a compromessi: proteggere il luogo che chiamiamo casa comporta dei rischi e delle rinunce. Quante cose ha sacrificato Captain America più degli altri? Relazioni personali, la possibilità di una vita normale, anche una semplice vacanza è impossibile da programmare per un superumano.

Dopo quasi una decade di eroi che svolazzano attorno il pianeta, che ridacchiano in compagnia e si teletrasportano da un mondo all’altro, questo è il primo vero approccio umano al gruppo di superumani.

La più grande battaglia del film non è quella fisica con le classiche botte da orbi. La più grande battaglia è quella ideologica, e va dalla pellicola al pubblico e torna indietro: quanta libertà un uomo dovrebbe avere?


Continua e finisce nel video su Youtube 

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

MENTRE L'ITALIA LITIGA LA FRANCIA FA

Le influenze della cultura giapponese, filtrata dal tubo catodico di Mediaset hanno irrigimentato una generazione intera di futuri narratori, che di fronte al media fumetto non hanno trovato altro sfogo che fare IL MANGA. Ex-Tract , scritto da Domenico Guastafierro e disegnato da Alfredo Postiglione Sono anni che si dibatte sulla validità di questo "manga italiano", o "macaroni manga" come dicono i giapponesi stessi, che se con un occhio ci guardano con malcelata superbia, con l'altro in stile Marotta ci spronano a creare attraverso concorsi come il Silent Manga Audition. Presentazione del lavoro di Elena Vitagliano per lo SMA La Francia è da sempre grande divoratrice di fumetti giapponesi (anche più degli italiani) e negli ultimi anni ha trovato anche una nuova strada per fare manga, che non fosse solo il raccontare le proprie radici con quelle tecniche. Tony Valente che stringe tra le mani un poster del suo manga RADIANT Dopo l'uscita di Capitan Albator

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!