Passa ai contenuti principali

Brevisioni - L'era Glaciale 5

Ammetto di non essere un grande fan della saga - ho visto solo il primissimo film, e non è che mi fosse garbato molto - ma non c'erano alternative interessanti e quindi ho visto L'Era Glaciale 5, o "In rotta di collisione" come suggerisce il marketing. Speravo fosse un film sullo scoiattolo che vive avventure spaziali, e invece il suddetto roditore fa solo da ponte (o deus ex) per la storia principale che riunisce tutto il cast di personaggi, arricchito da eventuali parenti, per quella che ha tutte le carte in regola per essere un'avventura conclusiva (credici). Battute a gogo, situazioni paradossali stile Antenati e un'idea di fondo che non è malissima, però la realizzazione è un po' approssimativa, non si può pretendere molto da un cartone per bambini, e si finisce per ricalcare il trend di questi ultimi anni dove le donne sono iper-protagoniste, uber fighe, ecc ecc. Terzo atto che si arena un po' nella noia, e personaggi che prima erano protagonisti vengono messi da parte (Diego) ma tutto sommato mi ha fatto ridere molto, anche nei riferimenti a Cocoon. Simpatica l'idea di mantenere tutto sul filo della pseudo-scientificità.
VOTO solo 2 merde fumanti su 5
💩💩OOO



Commenti

  1. Hai ragione, un film solo sullo scoiattolo sarebbe stato diverso (e forse migliore)...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!

MENTRE L'ITALIA LITIGA LA FRANCIA FA

Le influenze della cultura giapponese, filtrata dal tubo catodico di Mediaset hanno irrigimentato una generazione intera di futuri narratori, che di fronte al media fumetto non hanno trovato altro sfogo che fare IL MANGA. Ex-Tract , scritto da Domenico Guastafierro e disegnato da Alfredo Postiglione Sono anni che si dibatte sulla validità di questo "manga italiano", o "macaroni manga" come dicono i giapponesi stessi, che se con un occhio ci guardano con malcelata superbia, con l'altro in stile Marotta ci spronano a creare attraverso concorsi come il Silent Manga Audition. Presentazione del lavoro di Elena Vitagliano per lo SMA La Francia è da sempre grande divoratrice di fumetti giapponesi (anche più degli italiani) e negli ultimi anni ha trovato anche una nuova strada per fare manga, che non fosse solo il raccontare le proprie radici con quelle tecniche. Tony Valente che stringe tra le mani un poster del suo manga RADIANT Dopo l'uscita di Capitan Albator