Passa ai contenuti principali

Greta Menchi a Sanremo è un errore?


Dopo aver visto la prima puntata di Sanremo vi rispondo placidamente: no, non è un errore.

Personalmente non conosco Greta Menchi, e non la seguo nemmeno sui social, si rivolge a un target molto più giovane e con interessi diametralmente opposti ai miei. La sua presenza a Sanremo nella Giuria di Qualità non fa altro che sottolineare due cose: al festival (s)fiorito serve nuovo seguito, e YouTube è diventato una risorsa importante per il marketing.

È ovvio che Greta Menchi con la sua breve esistenza avrà introiettato ben poche informazioni e conoscenze, per poter essere considerata un'esperta di musica, ma non è quello il suo ruolo. Il ruolo della Menchi è quello di fornire al programma televisivo una fanbase esagerata, che segua il programma e ne discuta sui social. Fine.
          A quanto ho capito le capacità della Menchi sono evidenti e tutte in accezione positiva: parla a un milione di ragazzine/i discutendo di argomenti frivoli, certo, ma almeno non li insulta per farli ridere. Il suo tipo di intrattenimento e divulgazione riguarda solo, ed esclusivamente, la sua fanbase.

Merita di stare seduta insieme a Giorgio Moroder? Assolutamente no. Ci vorrei stare io!
Merita tutti gli insulti che le stanno fioccando addosso? Assolutamente no. Non ci terrei a riceverli!
La figura dello YouTuber risulta svilita dal fatto che se fai tanti numeri è solo perché hai un network dietro, e/o ti rivolgi a tanti bambini/e, e ti useranno in televisione solo per mera pubblicità? Sì e no, ma di queste cose ne abbiamo parlato fino alla nausea.

Commenti

  1. Il guaio non è se Greta Menchi sta a Sanremo in qualità di giudice.
    Il guaio è che se poi guardi Sanremo, e una come la Cortellesi, in 3 minuti, tira cartoni (dal punto di vista canoro) a TUTTI i cantanti in gara, capisci che la Menchi come giudice non è un problema...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma la Paola nazionale è sempre qualità

      Elimina
    2. La Cortellesi ha già dimostrato in passato di poter mandare a casa tutti i cantanti di Sanremo qualche anno fa quanto partecipò come "spalla" e le fecero fare stacchetti musicali qualitativamente migliori di quanto offerto dai concorrenti stessi....
      Grande Paola!

      Elimina
  2. In effetti la Menchi non ha fatto mai nulla per meritare il posto che ha avuto a San Remo. Che sia un'operazione di Marketing lo si capisce subito. Non sono arrabbiato,ma mi fa tanta tenerezza (in senso negativo ovvio) quella ragazza.

    Ma nonostante tutto,il Festival è sempre ogni anno la trasmissione italiana più seguita(lasciamo perdere per un attimo le partite importanti della nazionale),sapresti darmi una motivazione a ciò?

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!

Il finale di Dragon Ball GT

Quando nella seconda metà degli anni ’90 Akira Toriyama e il suo editor Fuyuto Takeda iniziarono a progettare il finale del manga di Son Goku e i suoi amici, Dragon Ball era una macchina fabbrica-soldi che non poteva certo interrompersi così, da un giorno all’altro. Se da una parte il sensei Toriyama si sarebbe fermato per una sua precisa volontà, tutte le altri parti che componevano il merchandise di Dragon Ball sarebbero andate avanti, fra cui: pupazzetti, giochi di carte, videogames, e ovviamente serie animate. Ecco come Dragon Ball farà i VERI soldi La TOEI ANIMATION non poteva assolutamente permettersi di perdere una così ricca filiera lavorativa, e pensarono subito a un sequel per le avventure dei Saiyan: Dragon Ball GT . Una side story che ci mostra cosa sarebbe successo se i nostri eroi avessero continuato ad usare le Sfere del Drago , vero leitmotiv, e a mio parere, vere protagoniste della storia a cui danno appunto il nome, ma su questo punto ci tor