Passa ai contenuti principali

Incomunicabilità in Naruto

Sto rileggendo i primi volumi di Naruto, visto che avevo promesso alla mia utenza di riprendere in mano il progetto Naruto ReCap. E mi sono soffermato su questa splendida pagina del volume 11, dove Sakura si interroga sulle motivazioni degli uomini - "Perché i maschi si sforzano così tanto?" - senza ovviamente trovare risposta, perché l'unica interlocutrice è Ino, un'altra femmina. 
Due mondi diversi, così distanti ma complementari, uomini e donne, sentimenti incomunicabili sfrecciano alla velocità della luce intorno e attraverso loro. Lee non ha alcuna intenzione di accettare il parere medico e continua ad allenarsi, finendo stremato. Sakura venuta a portargli un fiore per augurargli una pronta guarigione. Una giunchiglia fra l'altro, che ben rappresenta il carattere di Lee, un fiore che sopravvive anche all'inverno, un guerriero che sopravvive alle avversità. Splendida scena.



Commenti

  1. Sai Caverna... Sono queste piccolezze che mi fanno ancora mantenere un bel ricordo su "Naruto"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono piccolezze, certo, ma fanno parte di un grande disegno. Naruto ha scagato solo nel lunghissimo finale.

      Elimina
    2. cioè da quando pain diventa dragon shenron e naruto lo finisce con la sua tecnica più potente: il predicozzo no jutsu. certo che se si fosse fermato a pain ora staremmo a parlare del capolavoro dello shonen, stessa storia di bleach, solo che da merda sarebbe stato un buon fumetto e basta.

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!

MENTRE L'ITALIA LITIGA LA FRANCIA FA

Le influenze della cultura giapponese, filtrata dal tubo catodico di Mediaset hanno irrigimentato una generazione intera di futuri narratori, che di fronte al media fumetto non hanno trovato altro sfogo che fare IL MANGA. Ex-Tract , scritto da Domenico Guastafierro e disegnato da Alfredo Postiglione Sono anni che si dibatte sulla validità di questo "manga italiano", o "macaroni manga" come dicono i giapponesi stessi, che se con un occhio ci guardano con malcelata superbia, con l'altro in stile Marotta ci spronano a creare attraverso concorsi come il Silent Manga Audition. Presentazione del lavoro di Elena Vitagliano per lo SMA La Francia è da sempre grande divoratrice di fumetti giapponesi (anche più degli italiani) e negli ultimi anni ha trovato anche una nuova strada per fare manga, che non fosse solo il raccontare le proprie radici con quelle tecniche. Tony Valente che stringe tra le mani un poster del suo manga RADIANT Dopo l'uscita di Capitan Albator