Passa ai contenuti principali

E se Lady Oscar fosse nata a Napoli?


Lady Oscar è stata il simbolo di una generazione intera: donna guerriera, forte e femminile. Primo approccio giapponese, e in seguito baluardo internazionale, del travestitismo. Il manga creato da Riyoko Ikeda ha sconvolto e appassionato migliaia di lettori nel mondo, e ancora di più fece l'anime impreziosito dallo stile artistico di Shingo Araki.

Non sappiamo a quale figura si sia ispirata l'autrice per creare il suo personaggio. Forse si è ispirata a una Lady di ferro del XIV seconolo, non francese ma di Pozzuoli: Maria Puteolana, una delle comandanti dell'esercito di Roberto D'Angiò, che impugnò le armi per difendere il regno dai pirati e dagli aragonesi.


Maria Puteolana è una figura semileggendaria della città partenopea, e l'unico riferimento che abbiamo di questa donna sono gli scritti di Francesco Petrarca che volle incontrare la "famosissima virago Maria, detta poi Maria Puteolana". Lo scrittore racconta di averla incontrata da giovane: "quando si è fatta innanzi e mi ha salutato, bardata da guerra e al comando di un manipolo di soldati, ne sono rimasto sbalordito. Poi sotto quell'elmo ho riconosciuto la sua femminilità."

Oggi esiste una strada a Pozzuoli, intitolata proprio a Maria Puteolana, e chissà se Riyoko Ikeda non si sia ispirata davvero a questa figura della cultura napoletana. Entrambe sono personaggi che conosciamo solo attraverso la penna di autori che scrivevano di guerre e sepolcri, ma anche di passione e amori, e probabilmente ben poco è reale, ma in fondo l'arte non deve dipingere la realtà a tutti i costi.



Commenti

  1. La Storia nasconde spesso personaggi come questo. Ci sono delle donne-guerriero, al di là dell'epica. Penso a Giovanna D'Arco.
    Questa Maria non la conoscevo. So che per Oscar, la Ikeda aveva tratto spunto da qualcosa, forse sempre francese però. Il padre di Oscar dovrebbe invece essere una figura realmente esistita...

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

Il finale di Dragon Ball GT

Quando nella seconda metà degli anni ’90 Akira Toriyama e il suo editor Fuyuto Takeda iniziarono a progettare il finale del manga di Son Goku e i suoi amici, Dragon Ball era una macchina fabbrica-soldi che non poteva certo interrompersi così, da un giorno all’altro. Se da una parte il sensei Toriyama si sarebbe fermato per una sua precisa volontà, tutte le altri parti che componevano il merchandise di Dragon Ball sarebbero andate avanti, fra cui: pupazzetti, giochi di carte, videogames, e ovviamente serie animate. Ecco come Dragon Ball farà i VERI soldi La TOEI ANIMATION non poteva assolutamente permettersi di perdere una così ricca filiera lavorativa, e pensarono subito a un sequel per le avventure dei Saiyan: Dragon Ball GT . Una side story che ci mostra cosa sarebbe successo se i nostri eroi avessero continuato ad usare le Sfere del Drago , vero leitmotiv, e a mio parere, vere protagoniste della storia a cui danno appunto il nome, ma su questo punto ci tor

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!