Passa ai contenuti principali

BANANA FISH DIVENTA UN ANIME

Se avete cominciato a leggere manga nei primi 2000 ricorderete sicuramente Banana Fish per la peculiare carta gialla su cui era stampato il fumetto di Akimi Yoshida. L'edizione italiana a cura di Panini Comics lo rese uno dei primi manga ad avere una confezione di prestigio. Non era solo oggetto di design, ma vantava anche un intreccio di rara bellezza che affondava le radici nel cinema pulp-gangster americano con uno stile grafico ricercato e pulitissimo che ricordava Katsuhiro Otomo.



Ora Banana Fish sta per diventare un anime! La serie animata sarà diretta da Hiroko Utsumi (Free!) per lo studio Mappa (Ushio e Tora) su sceneggiature di Hiroshi Seko (Inuyashiki) e Akemi Hayashi (Dokyusei). La messa in onda è prevista per il 2018 all’interno del contenitore di animazione adulta noitaminA della rete Fuji TV. Di seguito la preview.






Sinossi: Nel 1973, in Vietnam, un soldato americano perde la testa e spara sui suoi commilitoni. Da quel momento non parlerà più se non per pronunciare due misteriose parole, ”Banana Fish”. Dodici anni più tardi, a New York, la polizia sta indagando su una serie di strani suicidi. Un giorno un uomo viene ucciso a sangue freddo in mezzo alla strada ma, prima di morire, consegna ad un giovane capobanda di nome Ash una sostanza misteriosa pronunciando ancora una volta le parole “Banana Fish”. Cosa si nasconde dietro tutte queste morti sospette? Ora tocca ad Ash scoprire la verità.

Attualmente della stessa autrice viene pubblicato in Italia OUR LITTLE SISTER - Diario di Kamakura per Star Comics.

Commenti

  1. Sìì! Facevo l'università e ricordo perfettamente che lo compravo in fumetteria.
    I pescibanana XD
    L'anime sarà particolare, vedremo!

    Moz-

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

MENTRE L'ITALIA LITIGA LA FRANCIA FA

Le influenze della cultura giapponese, filtrata dal tubo catodico di Mediaset hanno irrigimentato una generazione intera di futuri narratori, che di fronte al media fumetto non hanno trovato altro sfogo che fare IL MANGA. Ex-Tract , scritto da Domenico Guastafierro e disegnato da Alfredo Postiglione Sono anni che si dibatte sulla validità di questo "manga italiano", o "macaroni manga" come dicono i giapponesi stessi, che se con un occhio ci guardano con malcelata superbia, con l'altro in stile Marotta ci spronano a creare attraverso concorsi come il Silent Manga Audition. Presentazione del lavoro di Elena Vitagliano per lo SMA La Francia è da sempre grande divoratrice di fumetti giapponesi (anche più degli italiani) e negli ultimi anni ha trovato anche una nuova strada per fare manga, che non fosse solo il raccontare le proprie radici con quelle tecniche. Tony Valente che stringe tra le mani un poster del suo manga RADIANT Dopo l'uscita di Capitan Albator

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!