Passa ai contenuti principali

Cos'è andato storto con l'ultima recensione di AOT?



Ho notato i commenti negativi (pochi ma non per questo da tenere in minor considerazione) sul valore del mio contenuto per l'episodio 6. In particolare, le critiche si concentravano sulla "telecronaca" dell'episodio, e la mancanza di paralleli tra ciò che accade e ciò che esiste - nel nostro mondo.

Premetto che il mio è un metodo arcaico, ma ancora funzionante, mutuato dai tanti anni di parafrasi, traduzioni passo per passo, commento di ogni terzina (per ciò che concerne prosa e poesia) fuso col lavoro giornalistico delle riviste amatoriali che commentavano punto per punto ogni anime dal Giappone ancora inedito da noi (i vari Lodoss Magazine e fanzine tipo).


La rivista Lodoss Magazine

Inevitabilmente questo sistema l'ho assorbito, e quando mi capita di tradurre fumetti dall'inglese torna sempre utile (anche perché l'unico valido). Adotto questa tecnica, benché ritenga che chi mi segue debba in ogni caso guardare prima la puntata, per cementare meglio i concetti quando interpreto un segmento dell'anime.

Non voglio che chi mi segua guardi solo me e non l'anime, cercando una sintesi della puntata anche perché non la troverà. Io commento ciò che ritengo importante. Salto l'analisi di tante scene riempitive, o di alcuni momenti per dare enfasi ad altri. Ma se una data scena ha un riferimento interno alla storia, un parallelo, o mi smuove un sentimento, necessito di parlarne e mostrarla. Credo che questo sistema possa scontentare qualcuno, ma l'avevo già messo in conto. Spesso questa critica "leggera" è presente nel mio commento con le puntate d'azione.

Mi sembra evidente che in un manga shonen, in questo caso un anime tratto da un manga shonen, il punto di forza siano i combattimenti, ed esso non è sempre una costante citazione di qualcos'altro (e meno male aggiungerei). Le battaglie rappresentano la cifra stilistica di un autore che crea una storia d'azione. Esse sono personali, e seppur diegetiche, raccontano la mano dell'autore, non ciò che esiste nel nostro mondo; quindi è molto difficile che io riesca a incastrarle con i racconti o l'immaginario grafico noto a noi italiani. In ogni caso mi scuso con quei pochi che hanno ritenuto povero il mio ultimo contenuto.


Una pagina dello scontro tra Martello e Attacco

Ciò che diventerà questa serie di recensioni, nella sua versione aggiornata e corretta, si basa anche sulle poche ma importanti critiche al mio lavoro.

Ah, sono state mosse anche delle-non tanto velate-insinuazioni di carattere sessuale alla mia persona, ma questa è una storia per un altro post.


Commenti

  1. Detto francamente ho apprezzato l'ultima recensione come ho apprezzato le precedenti.
    Non capisco queste criticità.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!

Il finale di Dragon Ball GT

Quando nella seconda metà degli anni ’90 Akira Toriyama e il suo editor Fuyuto Takeda iniziarono a progettare il finale del manga di Son Goku e i suoi amici, Dragon Ball era una macchina fabbrica-soldi che non poteva certo interrompersi così, da un giorno all’altro. Se da una parte il sensei Toriyama si sarebbe fermato per una sua precisa volontà, tutte le altri parti che componevano il merchandise di Dragon Ball sarebbero andate avanti, fra cui: pupazzetti, giochi di carte, videogames, e ovviamente serie animate. Ecco come Dragon Ball farà i VERI soldi La TOEI ANIMATION non poteva assolutamente permettersi di perdere una così ricca filiera lavorativa, e pensarono subito a un sequel per le avventure dei Saiyan: Dragon Ball GT . Una side story che ci mostra cosa sarebbe successo se i nostri eroi avessero continuato ad usare le Sfere del Drago , vero leitmotiv, e a mio parere, vere protagoniste della storia a cui danno appunto il nome, ma su questo punto ci tor