Passa ai contenuti principali

MENTRE L'ITALIA LITIGA LA FRANCIA FA


Le influenze della cultura giapponese, filtrata dal tubo catodico di Mediaset hanno irrigimentato una generazione intera di futuri narratori, che di fronte al media fumetto non hanno trovato altro sfogo che fare IL MANGA.


Ex-Tract, scritto da Domenico Guastafierro e disegnato da Alfredo Postiglione

Sono anni che si dibatte sulla validità di questo "manga italiano", o "macaroni manga" come dicono i giapponesi stessi, che se con un occhio ci guardano con malcelata superbia, con l'altro in stile Marotta ci spronano a creare attraverso concorsi come il Silent Manga Audition.


Presentazione del lavoro di Elena Vitagliano per lo SMA

La Francia è da sempre grande divoratrice di fumetti giapponesi (anche più degli italiani) e negli ultimi anni ha trovato anche una nuova strada per fare manga, che non fosse solo il raccontare le proprie radici con quelle tecniche.


Tony Valente che stringe tra le mani un poster del suo manga RADIANT

Dopo l'uscita di Capitan Albator (fr. per Capitan Harlock) arriverà anche Saint Seiya nel 2022, a opera di Jérômeme Alquie e Arnaud Dollen.

SAINT SEIYA – LES CHEVALIERS DU ZODIAQUE EN BANDE DESSINEE OBJECTIF 2022 Bonjour à toutes et à tous. Vous êtes...

Pubblicato da Jerome Alquie su Domenica 21 febbraio 2021

Cosa manca all'Italia per fare questo passo decisivo? Non certo la fiducia degli editori italiani che decidono di creare un solco in questa generazione, e dare spazio agli autori. Spesso mi capita di leggere critiche verso il manga italiano anche da parte di chi dovrebbe parlarne.

Il pregiudizio e la ghettizzazione vengono dall'interno, bisogna uscire dalla stanza e accettare le differenze di stile e di racconto per un nuovo futuro dell'editoria, che spero arriverà presto anche in questa povera, dimenticata, Italia.

Commenti

  1. Ad Ottobre 2021 uscirà anche una storia di 120 pagine su Goldrake per Kana Edizioni che vedendo alcune tavole (a colori) sembra molto promettente; speriamo bene.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Silver Star di Jack Kirby, Renoir

Un'ottimo fumetto del grande Jack

SPIDER-MAN WEEK! PARTECIPA AL CONCORSO!

Per celebrare l'uscita del film The Amazing Spider-Man parte la SPIDER-MAN WEEK! Ogni giorno un video dedicato al mondo dell'Uomo Ragno, live streaming su Youtube, recensioni, curiosità e infinite un piccolo concorso con il quale vincere un albo in lingua originale di ULTIMATE SPIDER-MAN! Ma non quelle porcate che Panini allega ai mensili per svuotare il magazzino! Un trade paperback di USM: i primi 7 albetti della serie raccolti in un solo volumone! Clicca per gli appuntamenti giornalieri da non perdere!!

Il finale di Dragon Ball GT

Quando nella seconda metà degli anni ’90 Akira Toriyama e il suo editor Fuyuto Takeda iniziarono a progettare il finale del manga di Son Goku e i suoi amici, Dragon Ball era una macchina fabbrica-soldi che non poteva certo interrompersi così, da un giorno all’altro. Se da una parte il sensei Toriyama si sarebbe fermato per una sua precisa volontà, tutte le altri parti che componevano il merchandise di Dragon Ball sarebbero andate avanti, fra cui: pupazzetti, giochi di carte, videogames, e ovviamente serie animate. Ecco come Dragon Ball farà i VERI soldi La TOEI ANIMATION non poteva assolutamente permettersi di perdere una così ricca filiera lavorativa, e pensarono subito a un sequel per le avventure dei Saiyan: Dragon Ball GT . Una side story che ci mostra cosa sarebbe successo se i nostri eroi avessero continuato ad usare le Sfere del Drago , vero leitmotiv, e a mio parere, vere protagoniste della storia a cui danno appunto il nome, ma su questo punto ci tor