cavernadiplatone

martedì 23 agosto 2016

Brevisioni - L'era Glaciale 5

Ammetto di non essere un grande fan della saga - ho visto solo il primissimo film, e non è che mi fosse garbato molto - ma non c'erano alternative interessanti e quindi ho visto L'Era Glaciale 5, o "In rotta di collisione" come suggerisce il marketing. Speravo fosse un film sullo scoiattolo che vive avventure spaziali, e invece il suddetto roditore fa solo da ponte (o deus ex) per la storia principale che riunisce tutto il cast di personaggi, arricchito da eventuali parenti, per quella che ha tutte le carte in regola per essere un'avventura conclusiva (credici). Battute a gogo, situazioni paradossali stile Antenati e un'idea di fondo che non è malissima, però la realizzazione è un po' approssimativa, non si può pretendere molto da un cartone per bambini, e si finisce per ricalcare il trend di questi ultimi anni dove le donne sono iper-protagoniste, uber fighe, ecc ecc. Terzo atto che si arena un po' nella noia, e personaggi che prima erano protagonisti vengono messi da parte (Diego) ma tutto sommato mi ha fatto ridere molto, anche nei riferimenti a Cocoon. Simpatica l'idea di mantenere tutto sul filo della pseudo-scientificità.
VOTO solo 2 merde fumanti su 5
💩💩OOO



venerdì 19 agosto 2016

Zendaya sarà Mary Jane Watson in Spider-Man: Homecoming?

Ci chiedevamo qual fosse il "ruolo chiave" di Zendaya nel cast di Spider-Man: Homecoming, e come recita l'adagio "Devi stare attento a ciò che desideri, potresti ottenerlo", anche se nessun fan desidera che i personaggi originali vengano spogliati della loro natura originaria, smangiucchiati e sputati fuori come un'informe chewing-gum. Annunciata come Michelle, i fan si erano arrovellati su quale personaggio potesse rappresentare nell'universo dell'Uomo Ragno, giungendo alla conclusione di Michelle Gonzales, complici anche le dichiarazione degli Studios secondo le quali Michelle sarebbe stato un personaggio secondario, rilevante nei film a seguire, e di certo non l'interesse amoroso di Peter Parker.

Oggi a grande sorpresa, proprio per gonfiare il fegato ai fan, che già si incazzano facile per qualsiasi cosa, hanno rivelato che Michelle era un nome per depistare i fan, perché Zendaya interpreterà Mary Jane Watson. Shailene Woodley era troppo brutta per interpretare MJ in The Amazing Spider-Man 2,  secondo i fan, vediamo ora come reagiranno con una ragazza dall'etnia completamente diversa.



Abbiamo parlato di: Spider-Man Homecoming



ControNatura di Mirka Andolfo ANTEPRIMA

In anteprima a Lucca Comics & Games 2016 potremmo leggere la nuova serie di Mirka Andolfo: ControNatura. Dopo il successo di Sacro/Profano l'autrice napoletana si lancia in una nuova avventura editoriale con i tratti che l'hanno contraddistnta: ambientazione slice of life con punte di fantasy, protagonista sensuale e contrasti. Chi vi scrive parla per opinione personale, e i contrasti che sa creare la Andolfo (lussuria/amore - sensualità/ingenuità) sono fra i più belli e intensi mai letti in un fumetto italiano. Di seguito vi trascrivo la sinossi di ControNatura e le prime 4 pagine in anteprima:

Leslie vive in un mondo popolato da animali antropomorfi dove il governo interviene nella sfera personale della vita dei suoi cittadini, fino a decidere quali rapporti sono considerati sbagliati, contro natura. Leslie è una maialina semplice, che ama il sushi ed è costretta a fare un lavoro che odia. Vive con Trish, la sua migliore amica, e sogna per sé qualcosa di diverso. Ma i sogni possono essere pericolosi se a popolarli è un lupo che ti turba e se al tuo risveglio cominci a sentirti osservata… Mistero, sensualità e anche un pizzico di fantasy, per il primo dei tre volumi di una saga scritta e disegnata dal talento esplosivo di Mirka Andolfo.



Queste erano le prime quattro tavole ad alta risoluzione di Il Risveglio, il primo volume di ControNatura, in fomato cartonato di 17 x 26 cm, 96 pagine al prezzo di 14 Euro.
Abbiamo parlato di: ControNatura

mercoledì 4 maggio 2016

CIVIL WAR RECENSIONE SENZA SPOILER

Più di qualsiasi altro film di supereroi, Civil War mette sotto torchio gli uomini e le donne per i quali dovremmo essere grati. Il popolo esige che questi eroi diano un’occhiata alla devastazione che si lasciano alle spalle. Il popolo vuole indietro la sicurezza che sente di aver perso. Non importa quante volte hanno salvato la Terra: prima della loro comparsa non esistevano minacce superumane.

Gli Avengers in questo film dovranno fare i conti col prezzo delle loro azioni. Forse la loro esistenza è davvero un problema e non un beneficio, un tema che Joss Whedon ha evidenziato nei suoi due film sul supergruppo, in fondo Civil War è un vero e proprio sequel agli eventi di Age of Ultron.



Il popolo però ha dimenticato, o forse non ha mai saputo che un supereroe per essere tale deve scendere a compromessi: proteggere il luogo che chiamiamo casa comporta dei rischi e delle rinunce. Quante cose ha sacrificato Captain America più degli altri? Relazioni personali, la possibilità di una vita normale, anche una semplice vacanza è impossibile da programmare per un superumano.

Dopo quasi una decade di eroi che svolazzano attorno il pianeta, che ridacchiano in compagnia e si teletrasportano da un mondo all’altro, questo è il primo vero approccio umano al gruppo di superumani.

La più grande battaglia del film non è quella fisica con le classiche botte da orbi. La più grande battaglia è quella ideologica, e va dalla pellicola al pubblico e torna indietro: quanta libertà un uomo dovrebbe avere?


Continua e finisce nel video su Youtube 

lunedì 2 maggio 2016

YURIA TYPE 100 - Recensione

Yuria Type 100 è un manga disegnato da Nobuto Hagio e Shigemitsu Harada, e pubblicato in Italia da Magic Press. Yuria è una bambola sessuale umanoide multifunzione creata dal dottor Akiba per soddisfare i suoi istinti carnali: è stata programmata per fare un sacco di giochini lussuriosi e quando verrà penetrata per la prima volta subirà un imprinting che la farà diventare la schiava sessuale esclusiva di quella persona.

La giovane robot esprime le stesse perplessità di Arale quando prende coscienza di sé: vorrebbe salvare il mondo, non dare piacere a una sola persona per tutta la vita, e per via di un difetto di programmazione rifiuta il suo creatore e fugge via, trovando riparo a casa di un ragazzo di buon cuore, Shunsuke che la accoglie nella sua vita, con tutti i problemi che una bambola dall’irrefrenabile desiderio sessuale può causare.

I due inizieranno questa convivenza fatta di equivoci, siparietti erotici, ingenuità e una dose costante di rifiuti a suon di colpi di wrestling da parte del ragazzo che ha già una relazione e non vuole approfittare della dolce ragazza un po’ stramba che ha accolto dentro casa.
Il setting di questa commedia erotica non soltanto è divertente da morire ma dà anche spazio a più di una riflessione sulla questione Bambole Sessuali e sulla Robotica in Giappone.


Le vecchie correnti tradizionaliste sulle relazioni, matrimonio e sesso sono state completamente ribaltate, ed è all’ordine del giorno trovare surrogati sessuali che sfavoriscono i rapporti umani fra uomo e donna. Il commercio delle bambole sessuali in Giappone è in espansione e come nel campo della robotica, si fanno scoperte nuove ogni giorno. Questa combinazione ha come risultato che la popolazione giapponese è in declino, ma all’avanguardia di una nuova bizzarra industria: quella del sesso robotico.

Continua su YouTube a questo link https://youtu.be/VwtoHPy7cwE

giovedì 21 aprile 2016

COSA COMPRARE AL NAPOLI COMICON 2016?

Come ogni anno gli editori presenti al Comicon ci mostreranno il conto da pagare, e noi apriremo il portafogli senza fiatare. Ho stilato una breve selezione di fumetti che io per primo andrò a comprare gironzolando fra gli stand, sperando che interessino anche a voi.


STORIE 'E MERD 3

PAPERI 2 - PAPERPAOLO

BATMAN EUROPA

SOUTHERN BASTARDS

 TESORI INTERNATIONAL

TOPOLINO - TIMECRIME

IL COLLEZIONISTA

VERDAD

martedì 5 aprile 2016

Dragon Ball & Star Wars


Il tributo di Akira Toriyama a Guerre Stellari

Nella scansione qui sopra potete ammirare un tributo illustrato del 1999, che il maestro Akira Toriyama realizzò per la première di Star Wars Episodio I - La Minaccia Fantasma, e di seguito riporto la traduzione del messaggio:
Fiuu! Sembrava un'attesa eterna, ma finalmente Star Wars è tornato! Per non anticipare nulla sulla storia, posso dirvi che l'atmosfera del film e i design sono stupendi. Sono uno di quelli che è rimasto veramente colpito e sto tremando dall'eccitazione! È stata una luuuuuuuunga attesa per il quarto film. Sono davvero emozionato! Personalmente, non mi interessano molto i personaggi della saga, quindi non m'importa molto della gioventù di Darth Vader (sono impaziente solo per Ewan McGregor). Però guardando il trailer, i mecha, i robot, gli alieni e tutto il resto, tutto sembra avere un design bellissimo. Anche gli effetti speciali mi paiono impressionanti. Sarà fantastico! Non vedo l'ora!

 Dove è stato pubblicato?

Nel 1999, tutti i fan di Star Wars (e i loro cani) erano in trepidante attesa del nuovo capitolo della saga di Guerre Stellari.
La linfa vitale dei nerd di fantascienza, rimasta sopita fin dal 1983 anno in cui uscì Il ritorno dello Jedi, era pronta a scorrere di nuovo. Toriyama è da sempre un grande fan di Star Wars. In ogni angolo dei suoi manga sono disseminate parodie e citazioni della saga, da Dottor Slump e Arale fino a Dragon Ball.
Potete solo immaginare l'hype generato dalla notizia di un nuovo film: l'attesa era spasmodica e le aspettative altissime.
I fan si chiedevano se George Lucas avesse ancora il tocco magico. Per pubblicizzare l'uscita del film, sulla rivista weekly Shonen Jump, vennero pubblicati i contributi dei manga-ka di spicco nel loro stile.
Toriyama disegnò la sua versione di Anakin e un droide da battaglia sullo sfondo. L'illustrazione è stata pubblicata sul numero 25 di JUMP del 18 Maggio 1999. La Minaccia Fantasma venne proiettato al cinema dal 19 Maggio 1999.
Il resto è storia.

Le citazioni di Star Wars in Dragon Ball

Non tutti sono a conoscenza del fatto che Akira Toriyama è un fan S-F-E-G-A-T-A-T-O della saga di George Lucas. Qui sotto vedrete come SW è entrato di prepotenza nel mondo di Dragon Ball (manga e anime), dandogli quell'aspetto futuristico unito al folklore nipponico. 

Durante la saga del Red Ribbon nella stanza di Bulma c'è R2-D2
e due veicoli che ricordano nel design il Landspeeder e uno Shuttle Imperiale
La città delle nuvole de L'impero Colpisce Ancora è l'origine della Torre di Karin

Le Medical Machine dell'Impero di Freezer devono molto a quelle apparse in Guerre Stellari
Il mezzo di trasporto di Yajirobei è uguale al Landspeeder X-34 guidato da Luke Skywalker in Episodio IV
Pamput sul grande schermo interpreta un eroe di fantascienza che lotta con la classica Lightsaber
In un episodio di Dragon Ball GT Trunks viene congelato in un blocco metallico come Han Solo

Ci sono ancora altri riferimenti a Star Wars, sparsi in tutta l'epopea di Son Goku e dei suoi amici, se ne ricordate qualcuno che non ho postato, scrivetelo nei commenti!

Abbiamo parlato di: Star Wars, Dragon Ball